Forlì-Cesena: Lo scrittore Wendell Berry premiato con il Pellegrino Artusi

Forlimpopoli – “E’ stata l’Italia che mi ha fatto capire che l’agricoltura può essere un atto artistico”. Lo ha detto Wendell Berry, scrittore, docente di letteratura alla
New York University e piccolo agricoltore, ma soprattutto profeta della filiera agroalimentare a Km zero, ritirando a Forlimpopoli il premio Pellegrino Artusi, riconoscimento assegnato
ad un personaggio internazionale che si sia distinto per il contributo alla riflessione sui rapporti fra l’uomo e il cibo.

Assegnato in passato a personaggi come il premio Nobel Muhammad Yunus e Vandana Shiva, il premio è stato assegnato a Berry non solo per la filosofia che mira a consumare prodotti
su cui non gravino i costi dei trasporti, ma anche per i farmer’s market di cui è stato promotore in California.

“Non ho la ricetta per cambiare il mondo – ha detto lo scrittore americano – ma quando negli anni Sessanta ho trascorso un periodo di studio a Firenze ho scoperto che le opere d’arte
non erano solo nei musei e nei palazzi, ma anche nella campagna toscana e questo mi ha fatto comprendere che le mie colline nel Kentucky erano state usate male ed ho cominciato a
riflettere sull’agricoltura”. Wendell Berry nel ricevere il premio ha sostenuto la “necessità di un’agricoltura più sostenibile, che provochi meno erosione al suolo e
salvaguardi la terra per le generazioni future”.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento