Finanziaria: Legambiente chiede di fermare la vendita dei beni confiscati alle mafie

Finanziaria: Legambiente chiede di fermare la vendita dei beni confiscati alle mafie

“L’emendamento votato ieri al Senato e’ un vero regalo alle mafie, uno schiaffo a quel milione di firme raccolte da Libera che nel 1996 permisero l’approvazione della legge sull’uso sociale dei
beni confiscati alla mafia e la loro restituzione alla collettività. Con la vendita dei beni immobili confiscati alle mafie, le “società a partecipazione mafiosa” già si
stanno attrezzando per riacquistar il maltolto.

Facciamo appello, alla classe politica di questo paese, in particolar modo alla sensibilità di tanti deputati del centro destra per abolire l’emendamento nel suo passaggio alla Camera.
La lotta alle mafie non si puo’ permettere questi autogol. Ancora una volta nella lotta alla criminalità organizzata il Governo predica bene e razzola male”.

In una nota Sebastiano Venneri, vicepresidente nazionale di Legambiente interviene sull’emendamento approvato ieri dal Governo alla legge Finanziaria che introduce la possibilità di
vendere i beni confiscati alla criminalità mafiosa.

Leggi Anche
Scrivi un commento