Nutrimento & nutriMENTE

Festivaletteratura di Mantova brinda con bollicine Garda doc

Festivaletteratura di Mantova brinda con bollicine Garda doc

By Giuseppe

Il Festivaletteratura di Mantova è uno dei più importanti eventi culturali italiani.

Un luogo Mantova, che in cinque giorni (dal 6 al 10 settembre) cattura l’attenzione di oltre 130.000 visitatori che seguono incontri con narratori e poeti di fama internazionale, le voci più interessanti delle letterature emergenti, saggisti, musicisti, artisti, scienziati, secondo un’accezione ampia e curiosa della letteratura, che non si nega alla conoscenza di territori e linguaggi lontani dai canoni tradizionali, dicono gli organizzatori.
A riempire i calici dei partecipanti al Festival della Letteratura, sarà il nuovo spumante Garda doc, in edizione limitata come Collezione Brut 2016, “prodotto nel grande anfiteatro naturale del Benaco, in uno degli angoli più belli d’Italia, dalle mani di produttori capaci di esprimere al meglio l’importante variabilità ampelografica delle dieci denominazioni che compongono la doc Garda”, dice il presidente del Consorzio, Luciano Piona, che giovedì 7, nel ristorante “Il Cigno dei Martini”, sempre nella città del Mantegna, presenterà il nuovo marchio Garda Doc, insieme a Paolo Polettini, del comitato organizzatore di Festivaletteratura, Carlo Alberto Panont, direttore del Consorzio Garda Doc Garda Spumante che illustrerà il progetto e parlerà delle prospettive che ci si aspetta da questa idea e, infine, la premiazione del Concorso di idee con il giornalista e scrittore Bruno Gambarotta, che racconterà il nuovo vino tra emozione e sogno.
D’altronde lo Spumante Garda doc è la sfida più importante del Consorzio di tutela che ha portato a termine la modifica del disciplinare di produzione con l’inserimento della tipologia spumante bianco che per decreto deve riportare in etichetta il solo nome della denominazione Garda. E, quindi, per il debutto ci voleva un palcoscenico di altissimo livello come quello del Festivaletteratura di Mantova, anche perché questo progetto oltre che enologico è anche culturale, visto che punta sull’esaltazione del grande patrimonio del Made in Italy di eccellenza.
Dal programma del Festival della Letteratura si evince che Il Garda doc accompagnerà alcuni dei momenti salienti della manifestazione, a partire dalla sua inaugurazione in programma il 6 settembre, alle 11.30, in piazza Sordello e dall’appuntamento dedicato a stampa e produttori del 7 settembre. Le bollicine Garda doc brinderanno anche all’incontro con Christophe Bolstanski, giornalista francese autore del romanzo “Il clandestino”, intervistato da Bruno Gambarotta che andrà in scena il 9 settembre, alle ore 19.15, presso la Basilica Palatina di Santa Barbara.
Per tutta la durata della manifestazione, poi, all’interno dello splendido palazzo Castiglioni, nel cuore della città dei Gonzaga, un aperitivo Garda doc darà il benvenuto ad ospiti, autori, case editrici e personalità che animeranno questo appuntamento culturale e sarà anche la bollicina dell’Area food della 21^ edizione del Festival. Così, appassionati di letteratura, turisti e curiosi che parteciperanno a questo atteso evento potranno inoltre concedersi un momento di relax con un calice di Garda doc nell’aperitivo proposto, anche nella formula miscelato a pranzo e a cena, durante i cinque giorni dal Festival — dal Bar Venezia Caffe Letterario di Piazza Guglielmo Marconi. Un’evasione sensoriale, da assaporare in compagnia di un buon libro, sottolineano sia i produttori dello spumante, sia gli organizzatori del Festival. Al punto da evidenziare che quella che si celebrerà a Mantova è l’unione di due culture: quella enologica, frutto dell’antica tradizione dei viticoltori del Garda, e quella di autori internazionali capaci di catturare gli occhi e la fantasia di lettori che popolano ogni angolo del pianeta.

Maria Michele Pizzillo
Newsfood.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: