Ferragosto tra castelli e residenze storiche in Piemonte

Ferragosto tra castelli e residenze storiche in Piemonte

Quest’anno la domenica di Ferragosto ha un’opportunità in più: visitare una o più residenze storiche nella provincia di Cuneo, Asti o Alessandria.

Per gli amanti dei castelli nella provincia di Alessandria aprono: il Castello di Bergamasco, di Pozzolo Formigaro, di Prasco, di Rocca Grimalda

Ad Asti è possibile visitare quello di Castelnuovo Calcea.Cisterna d’Asti e spostandosi verso Cuneo troviamo il Castello Reale di Carlo Felice di Govone per poi sposatrsi verso l’alta
langa con il castello dei Conti Cepollini di Alto e Caprauna, quello di Borgomale, di Prunetto e dei Conti Caldera di Monesiglio. Nel saluzzese apre La Castiglia a Saluzzo,il Castello
Tapparelli d’Azeglio di Lagnasco, della Manta a Saluzzo e nella zona di Alba il Castello di Serralunga d’Alba, di Grinzane Cavour e di Roddi.

Da non perdere le visite nelle residenze nobiliari come Palazzo Tornielli a Molare, Palazzo Pallavicini a Mombaruzzo con la sua visita guidata che comprende anche l’antico Borgo Castello. A
Revello si scopre la Cappella Marchionale ed a Savigliano troviamo aperto Palazzo Taffini d’Acceglio.

Una giornata che può anche essere spesa per scoprire i Forti con la loro storia di battaglie e di strategie difensive: lo spettacolare Forte di Gavi nell’alessandrino verso Genova e
Vinadio nel cuneese.

Le giornate estive sono perfette per godere delle viste mozzafiato delle antiche torri come la Torre Troyana di Asti, di Saluzzo, di Mondovì e la torre e Cappella dei Rivalba di
Castelnuovo Don Bosco.

Per una giornata di Ferragosto diversa dal solito si può anche pensare di andare a scoprire uno dei musei aperti: Il Museo Civico Archeologico a Acqui Terme, la Gipsoteca Bistolfi 
di Casale Monferrato e sempre nella provincia di Alessandria a Volpedo c’è lo Studio e museo didattico del pittore Pellizza.

Ad Asti è aperto l’importante Museo Diocesano della Cattedrale e spostandosi a Cuneo si può visitare Palazzo Traversa di Bra che è la sede del  Museo civico di
archeologia, storia ed arte. Al Filatoio di Caraglio oltre a ripercorrere la storia della seta è in corso la mostra sulla moda anni ’20.  A Rocca de’ Baldi il Museo storico
etnografico provinciale Augusto Doro ed a Demonte  a Palazzo Borelli lo Spazio dedicato alla scrittrice Lalla Romano. Da non perdere Casa Cavassa a Saluzzo.

 

castelliaperti.it
Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento