Federalismo, Formigoni: «da subito piena attuazione»

Milano – «Il federalismo non è la richiesta di privilegi portata avanti da qualcuno ma una forma di Governo maggiormente efficace dove si possano ascoltare di più e
meglio i cittadini», lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, nel corso del faccia a faccia con il presidente del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Illy,
organizzato oggi a Milano.

«Dobbiamo evitare – ha aggiunto il presidente della Lombardia – che il federalismo sia percepito come una forma di egoismo.
Nell’ultimo anno le Regioni hanno fatto un lavoro formidabile in questo senso, per sgombrare il tavolo da molte obiezioni, anzitutto quella del divario tra nord e sud. Oggi infatti c’è
una proposta di federalismo fiscale sul tavolo del Presidente del Consiglio, che gode dell’appoggio di tutte le Regioni».
Secondo Formigoni è anche necessario superare il concetto di «spesa storica», che oggi rallenta l’iter verso la piena attuazione del federalismo.

«Vogliamo che le Regioni meno efficienti – ha spiegato – si misurino per raggiungere il livello di efficienza medio calcolato sulle cinque Regioni migliori. Non si capisce perché
su questa proposta condivisa ci siano ancora ritardi nell’arrivare a un tavolo legislativo, mentre altri Paesi ci sorpassano sulla strada dell’efficienza e della capacità di
governare».
Formigoni, parlando delle Regioni a statuto speciale come è il Friuli Venezia Giulia, ha anche detto di non comprendere la ragione per cui «se queste hanno competenza esclusiva su
alcune materie, lo stesso non possa accadere per altre, la Lombardia anzitutto, il cui Consiglio regionale ha approvato a larghissima maggioranza la richiesta di un federalismo
differenziato».

Leggi Anche
Scrivi un commento