Expo Antalya 2016, in Turchia con Alessandro Rosso Group

Expo Antalya 2016, in Turchia con Alessandro Rosso Group

Chi volesse visitare Expo di Antalya, in Turchia, inaugurato sabato 23 aprile – chiuderà i battenti il prossimo 30 ottobre -, si deve rivolgere ad Alessandro Rosso Group che con questa iniziativa prosegue il suo impegno nel mondo delle Esposizioni internazionali e universali, dopo il essere stato punto di riferimento per l’esposizione universale di Milano.

Con il suo tour operator Best Tours, Rosso si occupa come Global Reseller, della vendita di biglietti e pacchetti turistici dedicati alla manifestazione “Expo 2016 Antalya – “A Green Life for Future Generations”, attraverso oltre 9.000 agenzie di viaggio in Italia e circa 1.000 all’estero e promuove la vendita di biglietti e pacchetti promozionali in tutto il mondo, attraverso  il suo portale multilingue antalya2016expo.com.

Dopo l’esperienza con Shangai nel 2010 e Milano l’anno scorso – e quando saranno finalmente noti di dati sui visitatori l’unica certezza sarà la vendita dei biglietti da parte di Rosso – l’imprenditore milanese ha creato la Alessandro Rosso Marketing and Expo, società nata con l’obiettivo di sviluppare il progetto dedicato alle Esposizioni internazionali e universali, e alla società turca creata per la gestione degli importanti progetti legati ad Expo 2016 Antalya.

Contestualmente il Gruppo Rosso si è occupato della costruzione del Padiglione Italia e curerà la gestione dei chioschi all’interno del giardino del Padiglione, a tema Italian food. E’ targata Rosso anche la realizzazione e la gestione di OdessaBeach, più di 550 metri-quadri di spiaggia attrezzata con lettini, ombrelloni e una vasca d’acqua di 75 metri-quadri, all’interno del Padiglione dell’Ucraina.

Odessa Beach è uno spazio dedicato al relax e al divertimento che offrirà un ricco calendario di eventi per tutta la durata dell’Expo.
Alessandro Rosso Group è presente inoltre ad Expo 2016 Antalya con #MLNS Fast Casual, fast food di qualità dedicato alla generazione dei Millennials. #MLNS Fast Casual proporrà piatti tipici della cucina italiana, caratterizzati dal nome delle città e delle località turistiche italiane più famose.

Per questo il presidente del Gruppo italiano, Alessandro Rosso afferma:-“Il grande risultato raggiunto con Expo Milano 2015 ci conferma partner di una nuova importante Esposizione, quella di Antalya. Sono molto legato al mondo Expo: l’impegno del mio Gruppo in questo ambito iniziato con Expo Shanghai 2010 è proseguito con Expo Milano 2015, che ci ha visti come uno dei più importanti protagonisti. Siamo quindi orgogliosi di essere presenti anche a Expo2016 Antalya con la professionalità e la passione che ci contraddistinguono ed alcune novità d’avanguardia come #MLNS Fast Casual nel campo della ristorazione e Odessa Beach, nel Padiglione dell’Ukraina,  nel settore leasure ed eventi. Siamo entusiasti di essere promotori attivi degli Expo nel mondo affinchè tutti possano conoscere, partecipare ed apprezzare sia l’Esposizione di Antalya che le Esposizioni future”.
E, poi, c’è da dire che Antalya è una città pittoresca circondata dalle montagne, dalle foreste, dal mar Mediterraneo e da molte rovine risalenti ai tempi dell’antica civiltà ellenica tant’è vero che ospita un importante   museo archeologico che custodisce una vasta collezione di sculture, mosaici di Seleucia, sarcofagi e monete oltre ad offrire una panoramica della storia della Panfilia, dal neolitico fino all’età del bronzo e al periodo greco e romano; si possono ammirare statue di divinità, principalmente provenienti da Perge e dalla Galleria degli imperatori romani.

D’altronde, i primi insediamenti in questa zona risalgono al Paleolitico, ma secondo altre fonti la città fu abitata per la prima volta nel Neolitico. Questi insediamenti furono importanti durante la dominazione Ittita e crebbero molto anche durante la guerra di Troia. Dopo le dominazioni persiana e seleucide la zona divenne parte del regno di Pergamo e successivamente prima provincia romana e poi colonia bizantina e abitata dai greci fino all’inizio del ‘900, popolazione che fu sterminata, o fuggita, nel primo quarto di secolo. E’ stata anche occupata dalla truppe italiane alla fine della Prima guerra mondiale e sino alla fondazione della Repubblica Turca nel 1923.
Da quando, negli anni settanta, è iniziato lo sviluppo turistico, questa città di oltre un milione di abitanti, è diventato un centro al punto da conquistarsi l’appellativo di “capitale del turismo turco”, oltre ad essere diventata un riferimento nell’automobilismo del Paese asiatico, dopo essersi aggiudicata un posto nel prestigioso Campionato del mondo rally, che ha portato alla ribalta mondiale la città.
Per cui, affidandosi ad Alessandro Rosso Group, oltre all’Expo, si può visitare e scoprire Antalya e tutto quello che offre questa parte della Turchia. D’altronde, con l’acquisizione di Kuoni Italia e Best Tours, oggi Best Tours Italia, Alessandro Rosso Group è entrato a far parte anche nel mondo dei Tour Operator diversificando mercati e target di riferimento.

Le sedi sono a Milano, Torino, Firenze, Roma, Napoli, Parigi, Shanghai.

Michele Pizzillo
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento