Expo 2015: Corpo Consolare di Milano e Lombardia, presentazione a Palazzo Cusani

Expo 2015: Corpo Consolare di Milano e Lombardia, presentazione a Palazzo Cusani

Mercoledì 3 ottobre 2012
Tra 80 giorni, nemmeno tre mesi, saremo a Natale. Tra 31 mesi, con un po’ di fortuna e la benedizione della “Madunina”, si accenderanno le luci sul  palcoscenico dell’expo 2015 ma, come ha
detto Giuseppe Sala: “nessuno deve stare alla finestra a guardare, ognuno deve fare la sua parte”. Dobbiamo farcela, non possiamo lasciarci scappare un’occasione così ghiotta. Expo 2012
è un’opportunità irripetibile per il rilancio dell’economia ed un futuro un po’ più roseo per i nostri figli.

 

Date: Wed, 3 Oct 2012 13:39:42
Subject: Expo 2015 Corpo Consolare Milano Lombardia, presentazione a Palazzo Cusani – Colombo Clerici : Immagine ed attrattiività per Lombardia ed Italia***

Istituto Europa Asia
Expo 2015 presentata al Corpo Consolare di Milano e della Lombardia

LA MACCHINA AVANZA, MA NESSUNO STIA ALLA FINESTRA

Colombo Clerici: “Dall’evento il sigillo della trasformazione di Milano in capitale della ricerca e della tecnologia ed un decisivo impulso alla Lombardia ed all’Italia in termini di
immagine e di attrattivita’ “

Benito Sicchiero: 
Tra qualche dubbio e perplessità la macchina di Expo 2015 – mancano 940 giorni all’inaugurazione – va avanti (“ma nessuno stia alla finestra” ha ammonito l’ad della società Giuseppe
Sala).

Occasione della conferma l’incontro organizzato sul tema a Palazzo Cusani dal Corpo Consolare di Milano e della Lombardia (decano Emilio Fernandez-Castano e vice decano Patrizia Signorini) che ha
visto la partecipazione, tra gli altri, del presidente della Regione Roberto Formigoni, del sindaco di Milano Giuliano Pisapia, di Diana Bracco, Commissario del Padiglione Italia.

L’incontro ha avuto lo scopo di illustrare ai rappresentanti dei 108 corpi consolari (“dai quali ci è stata assicurata la massima collaborazione” ha detto Pisapia) lo stato dell’arte
dell’evento.

E nessuna preoccupazione se finora, ai 100 Paesi aderenti (previste 130 partecipazioni), non risultano Usa, Brasile, Città del Vaticano ed altri.

Ci saranno, ha assicurato Formigoni: in particolare, per gli Usa bisogna attendere le elezioni di novembre, la Città del Vaticano ha anticipato una “importante sorpresa”.

E’ stata anche l’occasione per qualche anticipazione: come la partecipazione delle scuole (in particolare del Liceo Manzoni) alla collaborazione all’evento e l’illustrazione del secondo meeting
(10-12 ottobre) dei Paesi partecipanti, le cui bandiere verranno esposte in Galleria Vittorio Emanuele con una folcloristica cerimonia dei migliori sbandieratori d’Italia: un appuntamento dove
oltre 1000 persone potranno ricevere informazioni su Expo Milano 2015; scoprire il progetto e i suoi avanzamenti; conoscere le linee guida sulla partecipazione.

Il primo meeting (2011) si era svolto tra Milano e Como e si era focalizzato sul concept; l’edizione del 2012 tratterà il tema dell’evento e vedrà la partecipazione dei Paesi
iscritti attraverso i commissari dagli stessi nominati.

Nel corso della mattinata sono sfilati una ventina di Consoli dei Paesi presenti ad Expo (una sessantina dei quali con padiglioni propri, gli altri radunati per aree tematiche –
dall’alimentazione alle risorse marine, al clima).

Interessante pure il richiamo – con foto e articoli dell’epoca – della precedente edizione 1906 dell’Expo a Milano.

Il commento di Achille Colombo Clerici, presidente di Assoedilizia e dell’Istituto Europa Asia: “Mai avuto dubbi, nonostante il non facile momento economico e politico, sulla realizzazione di
Expo 2015: un evento dal quale la Milano dell’imprenditoria, della ricerca, della finanza, si attende il sigillo della sua ennesima trasformazione in capitale della tecnologia, con ricadute
positive per l’intero Paese,  in termini di immagine e di attrattività”.

Nella foto:
Achille Colombo Clerici con il Vice Decano Console Patrizia Signorini e con il Console delle Mauritius Catalfamo

 
Benito Sicchiero
per Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento