Enogastronomia – FIAT e Papillon dedicano un itinerario goloso a Parma e provincia

Enogastronomia – FIAT e Papillon dedicano un itinerario goloso a Parma e provincia

Alessandria – Il 23° itinerario della newsletter “Se dici gusto, dici Sedici”, il settimo del 2009, è interamente dedicato a Parma e alla sua provincia.

Da due anni il Club di Papillon e Fiat collaborano per la newsletter “Se dici gusto, dici Sedici”, che coinvolge una community di 20 mila persone: un gioco di parole, per sedici itinerari l’anno
alla ricerca del produttore di cose buone, della bottega più interessante, del ristorante. Paolo Massobrio ha scelto quindi le soste che meritano il viaggio, creando un percorso, suddiviso
in sedici tappe, ricco di indirizzi e indicazioni utili.

Da qui un itinerario per andare nella profondità di un territorio pubblicato poi sul sito www.italiadigolosaria.it che permette di consultare tutta l’opera on line. E con una
semplice registrazione sarà possibile seguire questo viaggio alla scoperta delle bellezze artistiche ed enogastronomiche di Parma semplicemente collegandosi alla home page
di www.clubpapillon.it.

L’itinerario parte da Parma città, capitale del buon vivere, alla volta di San Secondo Parmense, rinomata per una celebre spalla cotta. Raggiunta Soragna, vero e proprio scrigno di sapori
si parte alla volta di Roccabianca e Fontanelle dove nacque Giovannino Guareschi. Seguendo il Po, ecco Zibello, la capitale del Culatello e quindi Busseto, il paese di Giuseppe Verdi, dove si
può gustare una buona birra artigianale. Abbandonata la Bassa, l’itinerario prosegue in direzione di Fidenza e quindi di Salsomaggiore Terme, le cui acque salsobromoiodiche hanno
proprietà note a tutti.

Nel verde dell’Appennino la sosta sarà a Bardi per gustare prelibati funghi, mentre raggiunta Fornovo di Taro sarà possibile assaggiare i salumi di Nera Parmigiana. A Sala Baganza
impossibile perdere altri prodotti di carni suine, mentre è a Langhirano che si potranno scoprire i segreti del Prosciutto di Parma. E passando da Nerviano degli Arduini si arriverà
a Montechiarugolo per l’ultima tappa del viaggio dedicata ai prodotti caseari.

L’itinerario, il 23° in ordine di uscita, è il secondo che riguarda l’Emilia Romagna dopo quello dedicato alla costiera romagnola. Le uscite del 2008 hanno anche toccato Valle d’Aosta,
Valtellina, Monferrato, Lazio, Ponente ligure, Sardegna, Colli Euganei, Calabria, Genova e il Levante ligure, Ragusa e Siracusa, Umbria, Friuli Venezia Giulia, Roero, Milano e Parco Sud,
Trentino. Le prime cinque uscite del 2009, invece, Valle d’Aosta, Castelli del Monferrato, Verona, Levante Ligure, Abruzzo e Valcamonica.

Leggi Anche
Scrivi un commento