Emilia Romagna: Regione e S.Patrignano promuovono il progetto “Squisito”

Emilia Romagna: Regione e S.Patrignano promuovono il progetto “Squisito”

Bologna – Regione Emilia-Romagna e Comunità di San Patrignano insieme per promuovere le eccellenze alimentari  dell’Emilia-Romagna, i prodotti tipici e legati alla
tradizione, le tecniche di produzione sostenibili e rispettose dell’ambiente, ma anche quella “buona agricoltura” che nei paesi poveri del mondo può diventare un’alternativa importante
alla coltivazione e alla produzione di sostanze stupefacenti.

Nata nel 2007, la collaborazione è stata oggi rinnovata fino al  2011 con la firma di un nuovo protocollo d’intesa. Tra le iniziative in cui si concretizzerà anche “Squisito!”
la manifestazione enogastronomica, giunta ormai alla sesta edizione, che si svolgerà a San Patrignano dall’1 al 4 maggio.

“Squisito è una straordinaria vetrina, anche sul piano internazionale, in cui avranno un posto d’onore i prodotti e le tradizioni enogastronomiche dell’Emilia-Romagna – ha spiegato
oggi a Bologna l’assessore regionale all‘agricoltura Tiberio Rabboni – San Patrignano con le sue numerose attività anche in campo agricolo e  zootecnico, con le sue
produzioni di vino, olio e formaggio è la testimonianza diretta di come  la cultura del buon cibo  e la buona agricoltura possano diventare anche una leva
eccezionale per progetti di vita e di riscatto sociale.”  

Tra le molte aree di “Squisito!” quella “goodFOOD ” raccoglierà proprio  alcune tra le più significative esperienze di coltivazione del cibo nei paesi poveri del mondo, in
alternativa ad esempio alla produzione di eroina e cocaina. Su questo ruolo sociale dell’agricoltura si è soffermato anche il responsabile di San Patrignano Andrea
Muccioli.

“Da 30 anni San Patrignano si pone il problema della responsabilità condivisa, vale a dire di agire concretamente contro la rapida diffusione della droga – ha sottolineato –  Gli
oltre 25.000 mila ragazzi accolti e le migliaia restituiti alla vita e alla libertà non sono sufficienti a rendere l’idea di questo impegno. Squisito! è un esempio concreto di
responsabilità condivisa, per il messaggio che diffonde attraverso l’area goodFOOD, perché contribuisce a diffondere le coltivazioni alternative alla droga e perche aiuta
ad aprire gli occhi sul problema della droga, non solamente per i danni che produce nei Paesi in cui si consuma, ma anche per le condizioni di colonizzazione, di schiavitù e  di
violenza in cui sono costrette le popolazioni dei Paesi in cui viene prodotta.”

Leggi Anche
Scrivi un commento