Disoccupazione: I dati Istat sottovalutano la crisi delle aziende

Disoccupazione: I dati Istat sottovalutano la crisi delle aziende

“Nel dato Istat sulla disoccupazione si sottovaluta purtroppo il contributo silenzioso di quelle 70 mila PMI che, considerando tutti i settori economici, hanno dovuto chiudere a causa della
crisi. Infatti nel periodo che va dal quarto trimestre del 2008 al terzo del 2009 quelle 70.000 imprese in meno hanno generato diminuzione di occupati di quasi 220 mila unità, tra
dipendenti, titolari e coadiuvanti.

E’ la prova eloquente che se si vuole invertire la tendenza e tornare a far crescere l’occupazione bisogna ripartire dalle PMI con forti interventi di sostegno che vanno dalla leva fiscale, al
credito, alla semplificazione burocratica. Ma è anche un monito che se non si interviene tempestivamente anche nel 2010 questo continuo stillicidio di posti di lavoro proseguirà.
La Confesercenti ripropone allora al Governo di realizzare con le PMI un Patto triennale che rilanci la crescita economica”.

Leggi Anche
Scrivi un commento