Nutrimento & nutriMENTE

Difesa: Il Senato boccia la Finanziaria

By Redazione

Roma – Si potrebbe proprio dire che il Governo, con la Finanziaria 2008, non ne ha fatta una giusta; questa volta, però, non si tratta solo di critiche: la Commissione Difesa del
Senato, infatti, ha detto no alle misure relative alla Difesa e un’opposizione compatta ha approvato il parere contrario redatto dal presidente De Gregorio.

“Il Ministro Arturo Parisi – ha dichiarato De Gregorio – ha avuto grande coraggio a segnalare le criticità e lo stato d’insolvenza complessiva, ma il voto politico della CDL è
chiaro: 13 a 12 con la maggioranza perdente in commissione Difesa su un argomento delicato e di interesse prioritario per il Paese”.

Secondo l’opposizione, in particolare, le forze armate sono state ridotte dal Governo “in uno stato di criticità allarmante” e il voto contrario da parte della Commissione rappresenta
“un riscatto simbolico per gli uomini in divisa”.
De Gregorio ha osservato che la Finanziaria 2008 è un “dispositivo inaccettabile che mette a rischio le missioni internazionali e la sopravvivenza dello strumento militare” e rappresenta
“la quotidiana contraddizione di un centro-sinistra che in tema di difesa è sotto il ricatto della sinistra radicale”.
“La CDL ha sottoscritto con la maggioranza un ordine del giorno contro il precariato nelle forze armate – ha concluso De Gregorio – ed altri per evitare il trasferimento selvaggio dei
marescialli nei corpi di Polizia senza l’accoglimento favorevole degli interessati, oltre ad altri ordini del giorno di discussione della proposta della sinistra radicale che chiedeva la
sospensione dei programmi tecnologici per la realizzazione dell’aereo JSF progettato con le industrie statunitensi”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: