FREE REAL TIME DAILY NEWS

Diciamo pane al pane… Etichettatura del pane fresco, parzialmente cotto, surgelato

Diciamo pane al pane… Etichettatura del pane fresco, parzialmente cotto, surgelato

By Redazione

E’ possibile vendere come «pane fresco» del prodotto ottenuto non a partire dal tradizionale impasto, ma da pane già parzialmente cotto e surgelato, la cui cottura venga ultimata subito prima del momento in cui viene venduto?

Il pane ottenuto mediante completamento di cottura da pane parzialmente cotto, surgelato o non surgelato che sia, deve essere distribuito e messo in vendita in comparti separati dal pane fresco.

Non può, inoltre, a differenza del «fresco», essere venduto sfuso e incartato al momento, ma deve essere contenuto in imballaggi preconfezionati.

Per «imballaggio preconfezionato» si intende l’insieme del prodotto alimentare e dall’imballaggio in cui è stato immesso prima di essere posto in vendita; la confezione deve essere opportunamente sigillata, in modo che il contenuto non possa essere modificato senza che prima la confezione stessa venga aperta o alterata.

In particolare questi tipo di prodotto deve essere così etichettato:

a) «ottenuto da pane parzialmente cotto surgelato» nel caso provenga da prodotto surgelato;

b) «ottenuto da pane parzialmente cotto» nel caso provenga da prodotto non surgelato né congelato.

 

Dott. Alfredo Clerici
Tecnologo Alimentare

Newsfood.com

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: