Deferimento UE su Cioccolato Made in Italy: la posizione di Eurochocolate

La notizia della decisione della Commissione europea di deferire l’Italia alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea, a causa dell’errata etichettatura dei prodotti di cioccolato, non ha di
certo lasciato indifferenti i maggiori produttori di cioccolato italiano che si preoccupano di ripercussioni sul settore.

A schierarsi a favore della qualità del prodotto italiano, attenuando però anche gli allarmismi creatisi intorno alla notizia, è Eugenio Guarducci,
presidente e fondatore di Eurochocolate, la kermesse tutta dedicata al Cibo degli Dei e da sempre interessata a promuovere la qualità del Made in Italy.

“La notizia del deferimento della UE era attesa da tempo- dichiara Eugenio Guarducci – e non ci ha quindi sorpreso più di tanto. Noi crediamo che la battaglia “italiana” per il
cioccolato puro, portata avanti sia dalla grande industria che dall’artigianato, abbia in questi ultimi quattro anni consentito di posizionare il nostro prodotto a livelli qualitativi
altissimi, oltre che raggiungere una credibilità internazionale mai raggiunta in precedenza. Non sarà certo togliere la parola “puro” dall’etichetta a vanificare
questo risultato. Auspichiamo però che ora, attraverso un’ intensa attività di promozione coordinata, le associazioni di categoria ed i Ministeri interessati colgano
questa occasione per riaffermare quanto di buono le singole realtàimprenditoriali sono riuscite a fare in questi anni. Eurochocolate mette quindi a disposizione il suo contenitore
per amplificare il messaggio di cioccolato puro che caratterizza il made in italy del Cibo degli Dei.”

A questo punto, in risposta alla notizia divulgata ieri, è infatti necessario ed indispensabile difendere il cioccolato italiano e la sua immagine per scongiurare eventuali effetti
negativi che potrebbero compromettere un settore che da sempre si è distinto per bontà, qualità e tutela del consumatore.

Leggi Anche
Scrivi un commento