Dal cavolo al vino rosso: regole alimentari per un Natale in salute

Dal cavolo al vino rosso: regole alimentari per un Natale in salute

Orde di panettoni, spanciate di tacchino e litri di alcolici: per quanto divertenti e piacevoli, Natale e Fine anno possono diventare feste pericolose per la salute.

Al fine di evitare problemi ai suoi lettori, i giornalisti del “Daily Express” hanno messo in campo una serie di suggerimenti ad hoc. Tali idee sono prese dal libro “The 100 Foods You Should
Eating”, scritto da Glen Matten ed edito da New Holland, sorta di manuale per la corretta gestione di fornello e tavola.

Il primo passo è la scelta del tacchino, portatore di numerosi bonus. E ricco di proteine, ma con meno grassi saturi e colesterolo di quelli presenti in maiale e pollo. Inoltre,
offre elementi buoni come vitamine (B3 e B6), selenio e zinco.

Ad esso si può abbinarecavolo rosso, i cui antiossidanti sono considerati abili a ridurre il rischio tumore. Da non trascurare anche le dosi di vitamina C, difesa per ossa,
cartilagini e pelle.

Sempre pensando “verde”, non bisogna trascurare le castagne. Il loro curriculum parla di antiossidanti, acido folico, vitamina B6 e C, e carboidrati. Un insieme che tiene lontano
problemi cardiovascolari.

Capitolo dolci. La scelta migliore è il cioccolato fondente, che porta magnesio e componenti bioattivi. Ottimo mix di gusto e salute, in quanto aiuta il cuore. Va però
ricordato come sia pietanza altamente calorica.

Infine, gli alcolici. Tra questi si fa avanti il vino rosso, forte dei suoi antiossidanti, in primis il resveratrolo. Ciò detto, rimane una bevanda con alcol, quindi piano con le
porzioni.

FONTE: Glen Matten, “The 100 Foods You Should Be Eating: How to Source, Prepare and Cook Healthy Ingredients”, New Holland 2010, 160 pp.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento