Dal 16 al 25 luglio il Malborghetto Roma Festival

Roma, 10 Luglio 2007 – “Un modo per dimostrare che con investimenti limitati in un piccolo luogo si può fare un grande teatro”. Con queste parole Piero Marrazzo, Presidente della
Regione Lazio, ha aperto la Conferenza stampa di presentazione della “II edizione del Malborghetto Roma Festival”.

“Il teatro ha bisogno di una strategia complessiva – ha aggiunto il Presidente – perché credo che la promozione e la diffusione della cultura rappresenti uno degli obiettivi principali
che deve porsi un’istituzione. Contribuendo all’organizzazione di questo evento che lega il teatro al territorio – ha concluso Marrazzo – abbiamo quindi assolto ad un compito chiave. La
splendida cornice di Malborghetto e la qualità degli attori e dei registi faranno il resto “.

L’iniziativa presentata in Regione, alla presenza di Guido Mazzella, Direttore artistico della rassegna e di alcuni artisti come Virginio Gazzolo e Anna Mazzamauro, si svolgerà in sette
serate comprese fra il 16 e il 25 luglio 2007 e presenterà, in anteprima su Roma, spettacoli diretti anche da altri storici nomi del mondo del teatro come Lina Wertm?r, Gabriele Lavia,
protagonisti sui palcoscenici della capitale nella prossima stagione teatrale.

Assistere agli spettacoli sarà completamente gratuito e all’ingresso sarà chiesto un contributo minimo di 1 euro per finanziare l’attività di volontariato dell’associazione
“Il Girasole” per il Reparto Oncologico Pediatrico dell’ Ospedale Bambino Gesù di Roma. La rassegna teatrale si svolgerà all’interno del suggestivo parco archeologico di
Malborghetto, sulla Via Flaminia dove, nel 300 d.C., si scontrarono gli eserciti di Massenzio e Costantino.

Quest’anno, la collaborazione con la Biennale di Venezia e il Teatro Romano di Verona darà la possibilità di presentare, in anteprima su Roma, due spettacoli molto interessanti,
come “La Vedova Scaltra” di Goldoni – con adattamento e regia della Wertmuller – e “Molto rumore per nulla” di Shakespeare, diretto da Gabriele Lavia. Tra gli altri spettacoli “La
Càsina” di Plauto, con Virginio Gazzolo, lo spettacolo scritto e interpretato da Anna Mazzamauro e il recital concerto “Rosa de Papel” su Garcia Lorca, “L’uomo e il Poeta” di Marisa
Sannia. Questa edizione riserva come novità la serata del 18 luglio, interamente dedicata alla musica, con i ritmi cosmopoliti degli Acustimantico.

www.regione.lazio.it

Leggi Anche
Scrivi un commento