Da Roma a Seattle. Ecco la mappa dei caffè più buoni al mondo

Da Roma a Seattle. Ecco la mappa dei caffè più buoni al mondo

Il caffè non è sempre uguale, come sanno bene gli estimatori: ogni tazzina ha la sua personalità, e si passa così da una bevanda deliziosa ad un brodo indecente.

Lo sanno benissimo quelli del sito Lonelyplanet, che hanno così creato una mappa, che funziona così da guida per gli amanti del caffè con il pallino dei viaggi.

Iniziamo dall’Italia, dove la Capitale ospita il Caffè Sant’Eustachio, nel centro di Roma.

Un posto al sole anche per Vienna (Austria), sede delle tradizionali e numerose kaffeehäuser. Tra le tante, L’Aida merita sicuramente una visita per gli arredi in stile Anni ’50 e
le trenta torte per accompagnare la tazzina.

Istanbul, in Turchia è sede dell’Etam Tezçakar Kahveci. Il locale offre agli avventori il kahve, il caffè tradizionale, in una varietà particolarmente forte e
gustosa.

Per l’Africa scende in campo Addis Abeba. I visitatori della capitale d’Etiopia possono godersi la suggestiva tradizione del caffè etiope: il posto migliore per farlo è il
Caffè Tomoca, che ha mantenuta intatta un’atmosfera da Anni ’20.

Ora, voliamo in Sud America. La Colombia è al primo posto, per quantità e qualità. I buongustai per le vie di Medellin si recano a Le Bon Cafè, mentre i
più avventurosi si addentrano della Zona Cafeterà, acquistando la merce dai produttori.

A San Paolo, Brasile, gusto locale e sapori italiani si fondono nei caffè locali, come il Caffè Floresta, che dispone di miscele come il café com leite o il
cafezinhos.

La classifica di Cuba viene vinta dal Cafè de las infusiones, a L’Avana: i suoi maestri si fanno vanto di usare solo prodotti originari delle piantagioni sulla Sierra Maestra e
dell’Escambray.

Se poi passate per la Costa Rica, date una possibilità al cafecitò indigeno. E se poi lo apprezzate, le piantagioni della regione di Santa Marìa De Dota sono
lì ad aspettarvi.

In conclusione, gli USA. Seattle offre sia luoghi commerciali e di massa, come Starbucks, che posti più intimi e tradizionale come il Caffè Vita.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento