Nutrimento & nutriMENTE

Cultura, Brescia: presentato «oltre il palcoscenico»

By Redazione

Brescia, 6 Novembre 2007 – Con spettacoli teatrali, musica, performances di vario genere e cinema di alta qualità, «Oltre il Palcoscenico», l’iniziativa, finora unica
nel Paese (sia per dimensioni che per numero di Province e Comuni coinvolti) sbarca a Brescia e nella sua provincia.

La kermesse, ideata e proposta dall’assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Lombardia Massimo Zanello, è stata presentata oggi presso la sede della Provincia
dall’assessore alla Cultura, Riccardo Minini, e andrà «in scena» in teatri, piazze, musei, cinema e siti archeologici anche delle province di Bergamo, Como, Cremona, Lecco,
Lodi, Pavia, Sondrio e Varese, coinvolgendo sia i Comuni capoluogo che quelli più piccoli.

«Un intero territorio che si trasforma in un museo a cielo aperto e in un grande teatro». Con queste parole Massimo Zanello, in un messaggio inviato a Minini, saluta «Oltre il
Palcoscenico».
«Un territorio, il Bresciano – fa notare Zanello – che cambierà volto attraverso percorsi di prosa, danza, musica, arti performative e cinema pronti ad animare le piazze e i luoghi
di tantissimi Comuni, dal più piccolo fino al capoluogo», con un filo conduttore della manifestazione che sarà la valorizzazione dello straordinario patrimonio artistico
lombardo attraverso la fruizione di momenti di spettacolo che abbracciano tutti i campi della cultura. E un obiettivo molto chiaro: «Coinvolgere veramente tutti: famiglie, anziani, uomini
e donne di ogni età con spettacoli adatti ad ognuno dove i veri protagonisti saranno i giovani, chiamati in causa anche come ideatori e produttori di opere e di animazione».
«Dunque – conclude Zanello – una grande occasione per far riscoprire le bellezze di Brescia e dintorni anche agli stessi bresciani, a chi lì vive e lavora, ma soprattutto un altro
importante segnale dell’eccellenza che abbiamo raggiunto anche nella cultura, un settore sempre più traino anche dell’economia, grazie alle connessioni che lo legano al turismo, alle
politiche sociali, al marketing e alla formazione».

IL PERCORSO – E’ un percorso in tutti i sensi quello proposto. Un iter che si snoda sulle storiche strade del territorio lombardo. E artisti e pubblico sono invitati a ripercorrere
quegli stessi itinerari di terra e d’acqua che per secoli hanno rappresentato le vie di comunicazione e testimoniato l’appartenenza dei popoli all’Europa.
Sono la Via Francigena, percorsa da pellegrini, mercanti, soldati, artigiani e studiosi tra Canterbury e Gerusalemme. Il tratto lombardo della Via Francigena attraversa oggi i territori di
Pavia e di Lodi e si snoda, quasi interamente in Lomellina, fra risaie, canali, marcite e paesi che hanno conservato la propria identità e fisionomia e dove è ancora possibile
ammirare castelli, ville e cascine storiche.
La Via Carolingia, invece, ripercorre le tappe di uno dei viaggi che Carlo Magno fece in Italia e che in Lombardia attraversò i
territori di Como, Erba, Lecco, Bergamo, Brescia ed Mantova.
E poi la Strada Regina, una delle principali vie commerciali europee dall’epoca romana sino al secolo scorso che oggi unisce Como allo Spluga, attraverso la Valchiavenna passando per
borghi
e centri storici dei territori prealpini e alpini.
Da Como, passando da Lecco attraverso la Valle d’Intelvi, Oltre il Palcoscenico ricollegherà la Brianza lecchese e il corso dell’Adda con i colli di Bergamo, la pianura bresciana fino a
raggiungere il confine di Mantova. Dai grandi laghi lombardi, affacciandosi sulle ville e i parchi secolari che ne impreziosiscono le sponde, Oltre il Palcoscenico, attraverso l’Adda, l’Oglio e
il Ticino, raggiungerà il Po, con percorsi di musica e arte e navigazioni sulle vie d’acqua.

I NUMERI – Oltre 150 Comuni, 90 spettacoli già in calendario e altri in via di definizione, 100 teatri coinvolti , 50 momenti di «approfondimento» e di letture in
biblioteca già definiti, 35 compagnie teatrali e formazioni musicali che hanno già aderito al programma e altrettante quelle che proprio in questi giorni stanno ufficializzando la
loro adesione. Ma anche più di 30 tra antiche ville, castelli e chiostri, 20 piazze di importanza storica, chiese e parchi naturalistici.

PROGRAMMA

– PADERNELLO di Borgo San Giacomo, Castello di Padernello, —-10 novembre, ore 20.45 a cura della Cooperativa Teatro Laboratorio di Brescia «Bibbiù» di Achille Platto regia
di Giacomo Andrico con Bruna Gozio e Sergio Mascherpa
Ingresso: ?3,00
—-2 dicembre, ore 20.45, «L’Asino d’Oro» di Apuleio drammaturgia di Francesco Lagi e Francesco Colella regia di Francesco Lagi con Francesco Coltella
Ingresso: ?3,00
—-8 dicembre, ore 20.45, a cura della Filarmonica Clown di Milano «Numbert. Il passeggero del secolo» di Gerard Vazquez regia di Valerio Bongiorno collaborazione Renanta Coluccini
con Valerio Buongiorno. Ingresso: ?3,00
—-15 dicembre, ore 20.45, a cura del Teatro Filodrammatici di Milano, «Penelope è partita. Storie di emigranti» drammaturgia e regia di Silvano Piccardi con Milvia
Marigliano e musiche dal vivo di Mario Arcari. Ingresso: ?3,00

– SALE MARASINO, Cineteatro Sebino, via Mazzini 16, 14 novembre ore 21, a cura del Pandemonium Teatro – Teatro Stabile d’Innovazione – Bergamo «Brivido giallo.il noir» in scena
Albino Bignamini, Lisa Ferrari, Tiziano Manzini – attori Rosa Galantino, Gabriella Mazza, Emanuela Palazzi. Ingresso gratuito

– GUSSAGO,
Sala San Lorenzo, P.za San Lorenzo, Sala Togni, 15 – 30 novembre, piazze, comune, supermercati «Lelastiko, gente di mondo, Equilibri avanzati,Teatro Inverso- Geyser Festa in città
e in teatro». Improvvisazioni e performances teatrali gratuite
—-25 novembre, sala Togni, ore 21, a cura del Teatro Inverso, Stalker Teatro «Città fuori» Spettacolo con la partecipazione degli spett/attori, liberamente ispirato a
«Le Città Invisibili»
di Italo Calvino. Ingresso: euro 3,00
—-8 dicembre, sala San Lorenzo, ore 21, delle Ali Sanctorum Martirium breve delirio impressionista quotidiano di e con Antonello Cassinotti musica Musimprop, Ingresso: euro 3,00
—-5 dicembre, sala San Lorenzo, ore 21, a cura del CRT-La fionda, «de Rerum Natura» Un viaggio attraverso il poema di Lucrezio, rivisitazione di e con Elisabetta Pogliani e Paola
Zecca. Ingresso: euro 3,00.
—-16 dicembre, sala San Lorenzo, ore21, a cura del Teatro Blu Varese, «Giulietta e Romeo» con Silvia Priori e Roberto Carlos Gerbolès. Ingresso: euro 3,00

«Come dice il titolo stesso della manifestazione – ha concluso Zanello – siamo andati ‘oltre il palcoscenico’ e abbiamo presentato un calendario ricchissimo che toccherà luoghi
anche inusuali, così da avvicinare sempre più il teatro ai cittadini, un grazie particolare, dunque, va non solo a tutte le istituzioni locali, ma anche alle numerosissime
compagnie che hanno aderito nostra proposta».
«La Lombardia però – ha fatto notare l’assessore – pur avendo i numeri più significativi per quanto riguarda il pubblico, si sente discriminata dal governo nazionale. Basti
pensare che per la festa del cinema di Roma sono stati stanziati ben 15 milioni di euro, mentre solamente 20 sono stati quelli messi a disposizione di tutte le Regioni italiane per organizzare
eventi e manifestazioni della portata di Oltre il Palcoscenico».(Ln)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: