Cronistoria di un Press Tour sul Lago d’Iseo alla scoperta de “L’Oro in Bocca”

Cronistoria di un Press Tour sul Lago d’Iseo alla scoperta de “L’Oro in Bocca”

Venerdì 25 giugno

Ore 8.00 Alessandria, gomma a terra.
Ore 14.00 Partenza con pneumatico riparato e tappa sul Garda a Moniga

Ore 19.10 Scoppio pneumatico anteriore dx in corsia di sorpasso in autostrada a Brescia (solo un po’ di paura e ripartiamo dopo aver messo il ruotino di scorta con l’aiuto provvidenziale degli angeli custodi dell’assistenza Autostrade)

Ore 20.10 arrivo al Cocca Hotel a Sarnico, poco prima di Predore

Ore 21.00 Cena al ristorante L’Approdo a Paratico con i giornalisti ed un bel temporale

Ore 24,00 Tutti a nanna

Sabato 26 giugno
Ore 10.00 Partenza per Montisola in battello. Ci accompagnano la biondissima Monica Agoni e la bruna Paola Frigene. La guida esperta ed instancabile è Marco, molto colto e conoscitore del territorio, che si occupa di opere d’arte.

Ore 11.30 Arrivo a Sensole, passeggiata sul lungolago senza auto ma con motorini rombanti; l’uso dell’auto sull’isola è riservata al prete ed a pochissimi eletti… ma non si rendono conto che un’isola senza motori sarebbe un’isola …più felice?

Ore 12.30 Ci imbarchiamo per Lovere

Ore 13.00 Mettiamo i piedi sotto il tavolo del Ristorante Le Terrazze. Tutto ok ma ai giornalisti in genere si propone un menù degustativo tutto con i prodotti tipici del luogo e non certamente un antipasto con tonno, spada, salmone, polpo….da pizzeria. E neppure, nella patria del Calepio, si pone la domanda ai commensali, professionisti esperti di ristorazione:”…cosa desiderate, vino bianco o vino rosso?”

Ore 15.00 Visita di Lovere, uno dei borghi più belli d’Italia. Il sottoscritto si accorge di aver dimenticato la borsa con il cellulare, la telecamera e gli effetti personali sul battello.

E’ sabato, gli uffici sono chiusi,  e non è possibile mettersi in contatto con il battello fino all’arrivo al capolinea. Grazie a Monica e alla brava Paola, la borsa verrà ritrovata. Grazie!

Ore 18.00 Arrivo a Sarnico presso il Museo Civico Gianni Bellini per il convegno “La Dop strumento di promozione del territorio”. Altro guaio, la telecamera fa le bizze e dobbiamo rinunciare alle interviste dei relatori che si sono susseguiti: Marco Antonucci, giornalista e Capo Panel, Giorgio Bonassoli, Assessore al Turismo della Provincia di Bergamo, Silvano Ferri, Presidente di Federdop Olio, Benedetto Orlandi, responsabile del settore olivicolo della Coldiretti e Presidente Copa-Cogeca di Bruxelles ed il dott. Fiorenzo Cortinovis, Dirigente Medico U.S. Dietologia Clinica presso Ospedali Riuniti di Bergamo.

Ore 21.30 Cena presso Cocca Hotel dove, a parte il caldo iniziale, i piatti preparati dallo chef Riccardo Bioni hanno fatto la loro bella figura.

Ecco i piatti che potete trovare al Cocca Hotel:

-Insalata di Luccio e trota marinata con vinagrette al balsamico e lamponi

-Risotto al pesce persico con pesto di crescione d’acqua e gamberi di lago

-Garganelli alla carbonara di lago

-Sformatino di persico in foglie di bieta e polenta di miglio mantecata al basilico

-Turbante di salmerino farcito con porri, uva sultanina, nocciole e crema di peperone giallo con riso verde fritto

-Millefoglie di lavarello e melanzane con croccante al cioccolato

-Zuppa d’anguilla allo zenzero

-Spuma di fizz alla pesca

Ore 22.30 La telecamera è a posto, rappezzata con un elastico, e riusciamo a fare le interviste.

Ore 24.00 I fratelli Battista e Maurizio Marini, titolari della struttura, ci invitano in terrazza con una splendida vista sul lago: musica dal vivo sotto le stelle, drink, sigari Antico Toscano.
La sera precedente dalla vicina spiaggia, si potevano vedere salire verso il cielo stellato, una miriade di mini-mongolfiere illuminate.

Ore 1.30 Dopo una lunga chiacchierata con Maurizio che mi racconta del lungo travaglio dell’hotel, iniziato alla fine degli anni ’90 e inaugurato solo  da due anni, andiamo a far riposare le nostre stanche membra.

Domenica 27 giugno
Ore  10.00 Ripartiamo alla volta di Lovere dove Maurizio Antonucci ha tenuto il suo corso di assaggio di olio extravergine di oliva e poi dopo un giro tra i gazebo e gli assaggi vari, il pulmino percorre la strada che costeggia la sponda bergamasca del lago e ci riporta in albergo per riprendere la nostra auto.

Ore 16.30 Partenza ed arrivo dopo tre ore ad Alessandria (a causa del ruotino di scorta non si potevano superare  gli 80 km/ora).

Un’avventura con qualche imprevisto ma trascorsa con amici e colleghi vecchi e nuovi: lo staff del Turismo di Bergamo (già conosciuti in occasione del Bocuse D’or), Girolamo Todisco di Italyfromitaly.it, Benedetto Orlandi di Federd.op. Olio, Giorgio Papanikolaou di Atene, Luciano Scarzello giornalista piemontese di Bra, Maurizio Drago di Sapori d’Italia, Giovanni Staccotti  giornalista ASA, Manuela Blanca Mangueva responsabile ufficio stampa di 09Comunicazione, il “giovanissimo ballerino” e giornalista decano di turismo Bruno Breschi, Lorenza Martini de I viaggi del sole, Roberto Vitali giornalista ASA de L’Eco di Bergamo, Bonassoli Giorgio assessore al Turismo di Bergamo, Marco Antonucci giornalista ed “Enciclopedia vivente dell’Olio”, Silvano Ferri presidente FederDOP Olio e Fiorenzo Cortinovis esperto nutrizionista.

Sicuramente ho dimenticato qualcuno e lo invito a scrivermi (info@newsfood.com ) e spero vivamente di poter reincontrare tutti nei prossimi Press Tour.

Un ringraziamento particolare va alla brava Claudia, non solo “camerawoman” Tv ma anche valida collaboratrice.

Giuseppe Danielli
Direttore e Fondatore
Newsfood.com

 

Leggi Anche
Scrivi un commento