Nutrimento & nutriMENTE

Crociera multinazionale per raccogliere dati nel Mar Nero

By Redazione

Nell’ambito del progetto SESAME finanziato dall’UE, 16 scienziati greci si sono imbarcati il 3 ottobre per raggiungere il Mar Nero, dove incontreranno colleghi provenienti da Bulgaria, Romania
e Ucraina, insieme raccoglieranno nuovi dati sugli effetti del delta del Danubio sull’ecosistema del Mar Nero.

I ricercatori vogliono studiare i flussi e la geochimica dei sedimenti. Oltre a raccogliere informazioni per la banca dati di SESAME sul pH, sul biossido di carbonio e sulla struttura delle
comunità batteriche in tutta una serie di luoghi designati, la crociera multinazionale costituirà anche uno degli elementi portanti della futura piattaforma di istruzione di
SESAME. Studenti di varie scuole avranno l’opportunità di seguire le attività della crociera e di comunicare con l’equipaggio durante la spedizione.

L’obiettivo scientifico generale di SESAME è la valutazione e la previsione dei cambiamenti negli ecosistemi del Mediterraneo e del Mar Nero. A tal fine, gli esperti stanno esaminando le
variazioni di regime verificatesi negli ultimi 50 anni, ma stanno anche cercando di prevedere quello che accadrà nel prossimo mezzo secolo. SESAME non si concentra esclusivamente sugli
aspetti ecologici, bensì prende in considerazione gli aspetti economici dei cambiamenti ecologici e studia i loro effetti su beni e servizi chiave, quali turismo e pesca. Le conclusioni
del progetto verranno divulgate al pubblico, in quanto uno dei punti salienti consiste nella creazione di una piattaforma pubblica.

Coordinato dal Centro ellenico per la ricerca marina (HCMR) con sede ad Atene, SESAME è un progetto integrato sostenuto dal Sesto programma quadro (6°PQ) della Commissione europea.
Ha una dotazione di 10 Mio EUR di finanziamenti comunitari; il costo complessivo del progetto si aggira attorno ai 15 Mio EUR. Tra i partecipanti figurano 46 organizzazioni di ricerca di Stati
membri dell’UE, di Stati associati, di paesi candidati associati, di paesi mediterranei non appartenenti all’UE e di Nuovi Stati Indipendenti (NIS), nonché di organizzazioni
internazionali.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: