Crisi del grano? Basterebbe un progetto “Dedicato”, come fa Granoro

Crisi del grano? Basterebbe un progetto “Dedicato”, come fa Granoro

Pubblichiamo una nota dell’azienda Granoro in merito alla “Battaglia” del Grano che ha infiammato diverse piazze italiane e il dibattito politico sulla questione dei prezzi del grano. L’azienda pugliese rilancia affermando con forza come è già possibile produrre grano italiano di qualità e sostenere l’agricoltura italiana attraverso i progetti seri di filiera.  Attraverso il progetto “Dedicato”, Granoro infatti sostiene la cerealicoltura pugliese garantendo ai produttori di grano duro un prezzo minimo garantito ben al di sopra degli attuali prezzi di mercato ricevendo in cambio grano di qualità idoneo a produrre la propria pasta.

Marina Mastromauro, Pastificio Granoro

Marina Mastromauro, Pastificio Granoro

CRISI DEL GRANO: L’IMPEGNO DI GRANORO CON
LA FILIERA “DEDICATO”

In questi giorni di turbolenza causati dalla “battaglia” del Grano, l’azienda pugliese rilancia affermando con forza come sia possibile produrre grano italiano di qualità e sostenere l’agricoltura italiana attraverso i progetti seri di filiera.  Attraverso il progetto “Dedicato”, Granoro infatti sostiene la cerealicoltura pugliese garantendo ai produttori di grano duro un prezzo minimo garantito ben al di sopra degli attuali prezzi di mercato ricevendo in cambio grano di qualità idoneo a produrre la propria pasta.

Pastificio Granoro - Pasta "Dedicato"

Pastificio Granoro – Pasta “Dedicato”

“Produrre pasta di qualità con grano 100% italiano si può”.
La “battaglia” del Grano ha riacceso il dibattito nazionale sull’import della materia prima e la crisi del prezzo del grano che rischia di congelare uno dei comparti più produttivi del nostro Paese. Eppure tra i produttori c’è chi, come Granoro, ha dimostrato come sia possibile alimentare e sostenere la filiera in maniera virtuosa e gli agricoltori locali producendo grano e pasta di qualità a chilometro zero.
Con il progetto “Dedicato”  (nato nel 2012 proprio per la forte volontà di valorizzare i prodotti agricoli coltivati in Puglia) Granoro non solo ha contribuito a sostenere la cerealicoltura pugliese remunerando il grano con un prezzo minimo garantito a cui si sono aggiunte le premialità (legate a due livello qualità della granella) ma ha generato un forte legame fra agricoltori e consumatori.
 

“Un dato su tutti – affermano da Granoro – è in grado di far comprendere quanto entusiasmo abbia destato questo progetto, se si considera che nell’arco di quattro anni si è passati da una produzione di grano duro di circa 300 tonnellate alle attuali 8.000. E le richieste di adesione al progetto sono sempre più crescenti !!!
Sono gli stessi agricoltori che motivati dalla gratificazione economica, ma anche e soprattutto, dall’essere i protagonisti principali del progetto, che manifestano notevole entusiasmo e volontà di investire sempre più in questo percorso di valorizzazione e sostegno della filiera cerealicola pugliese”.

L’Accordo di Filiera, siglato anche quest’anno tra Granoro e gli agricoltori, prevede la fornitura, da parte di questi ultimi, di grano duro di qualità (il tenore proteico del grano Dedicato è in media del 14%/14,5% , anche in quest’annata non proprio soddisfacente dal punto di vista qualitativo), di ORIGINE GARANTITA 100% Puglia, a fronte di un prezzo sicuramente remunerativo per loro (prezzo minimo garantito + premialità).

Per Granoro, la soluzione alla Crisi del Grano va ricercata non nella contrapposizione e il discredito fra i diversi attori della filiera (agricoltori – mugnai e pastai) ma promuovendo un nuovo modello di integrazione, quello legato alla produzione italiana di grano di qualità.  In tutto questo, non guasterebbe un contributo concreto delle Istituzioni volto a favorire l’integrazione di filiera e, perché no, a favorire lo sbocco dei prodotti di filiera nella Grande Distribuzione affinché il percorso “virtuoso” si completi fino al consumatore.

Oggi, la filiera” Dedicato”, incentivo concreto alla promozione dell’agricoltura locale di qualità, dà vita ad una pasta 100% di origine pugliese, ormai diffusa nelle migliori catene della distribuzione in Italia e nel Mondo.

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento