Costa Azzurra: Vacanze e tanta cultura

Costa Azzurra: Vacanze e tanta cultura

Se la Costa Azzurra è méta da sempre prescelta dai vacanzieri di tutto il mondo (Nizza è al secondo posto in Francia in fatto di
turisti: viene subito dopo Parigi) altrettanto lo è per i siti culturali che ogni anno sono visitati da centinaia di migliaia di persone. Si potrebbe dire che quasi non c’è paese,
sia lungo la costa come nell’entro terra, che non abbia il suo museo o galleria.

La Cultura, con la C maiuscola, la fa dunque da padrone, già solo limitandoci al ramo espositivo. Cioè tralasciando le altre forme
artistiche. Facciamo una carrellata. Nella guida redatta dal Comitato Regionale del Turismo Riviera Costa Azzurra per la stagione estiva, cioè per i mesi di luglio, agosto e settembre,
si apprende che a Antibes-Juan-Les-Pins le mostre in calendario sono tre, a Beaulieu-Sur-Mer quattro, a Biot due, a Breil-Sur-Roya otto, Cabris tre, Cagne-Sur-Mer undici, Cannes nove, Cap-D’Ail
due, Carros una, Coaraze una, Entrausnes una, Eze sei, Fontan due, Gattieres una, Gilette cinque, Gourdon sette, Grasse una, Guillaumes una, Le Brigue undici, La Colle-Sur-Loup tre, La
Roquette-Sur-Siagne tre, Bar-Sur-Loup una, Le Cannet una, Levens tre, Menton cinque, Monaco quindici, Mountas-Sartoux due, Mougins cinque, Nice ventidue, Puget-Theniers una, Roquebilliere sei,
Roquefort-Les-Pins tre, Roure-Sur-Tinée una, Saint-Cezaire-Sur Siagne cinque, Saint-Jean-Cap-Ferrat tre, Saint-Martin-Vesubie dodici, Saint-Paul diciassette, Saint-Vallier-De Thiey una,
Tende una, Theoule-Sur-Mer tre, Tourrette-Levens due, Tourrettes-Sur-Loup cinque, Valberg due, Valbonne-Sophia-Antipolis quattro, Valdeblore due, Vallauris-Golf-Juan due, Vence otto, Villar
tre, Villefrance-Sur-Mer sei, Villenueve-Loubet una.

Tirando le somme sono dunque 240 le esposizioni che nei tre mesi hanno luogo. E tra queste un posto di primo piano è rappresentato dalle nuove esperienze, al noveau che qui ha quello
spazio vitale per essere conosciuto e apprezzato.

Un punto forte, sotto il profilo culturale, invidiabile, tanto più se accanto a questo ramo artistico si uniscono le altre manifestazioni in programma, per buona parte con la
partecipazione di artisti di livello internazionale. Si va dalla musica (sulla Promenade di Nizza, con inizio alle 21, cinque complessi musicali posti su piattaforme mobili stanno deliziando il
venerdì i turisti) alle rappresentazioni teatrali, agli incontri con scrittori, commediografi: alle manifestazioni folcloristiche offerte dalle comunità d’oltre mare.

Se infine si rivolge lo sguardo alle colline e ai monti che attorniano per buona parte la Costa Azzurra, dove il problema della biodiversità è sostenuto a tutti i livelli
facilitando al massimo le escursioni nei parchi e nei siti più belli si comprende il rispetto che ognuno ha per la natura, mentre gli amministratori pubblici sono impegnati a sviluppare
(vedi il programma della mobilità dove il trasporto pubblico ha la priorità) la politica per garantire, anzi sviluppare le zone verdi: il polmone per godere di una vita il
più possibile, assieme all’aria pulita che viene dal mare, sana.

Se ne volte un esempio prendete i bus, alimentati a gas, che con un euro ti portano da Nizza a Cannes o a Mentone. Fruiscono del contributo della Regione!

Bruno Breschi
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento