Cooperazione: accordo Perugia-Warmia (Polonia) su alberghiero, gastronomia e alimentare

Perugia, 29 novembre 2007 – Sono sfociati in un accordo di collaborazione, sul quale devono tuttavia ancora apporre le proprie firme i soggetti interessati, gli incontri che la Provincia
di Perugia ed alcuni soggetti imprenditoriali (tra cui il Consorzio Umbria Export) hanno avuto nei giorni scorsi nel capoluogo umbro con una delegazione del Voivodato di Varmia-Masuria
(Polonia) guidata dall’assessore Sloma Jaroslaw Marek.

Tali incontri si inquadrano nel più ampio accordo di contatti e di scambi la cui sigla risale al 2004 quando la Provincia di Perugia e la regione polacca del Warmii decisero di dar vita
ad una relazione di amicizia e di collaborazione su vari terreni (cultura, educazione dei giovani, economia, politiche sociali, tutela dell’ambiente). La visita perugina dei partner polacchi
è stata un’ulteriore tappa per dare attuazione all’accordo del 2004 e per ampliarlo aprendo la strada alla possibilità di realizzare azioni comuni nell’ambito dei progetti
finanziati dai fondi dell’Unione Europea stanziati per gli anni 2007-2013. Un’iniziativa che sta dentro il Programma di Miglioramento della Qualità della Varmia-Masuria con un
particolare riferimento al programma di “Miglioramento della qualità dei servizi di gastronomia e del settore alberghiero della regione di Varmia-Masuria negli anni 2004-2013” approvato
il 21 dicembre 2004 dalla Giunta regionale. In particolare con l’accordo che la Provincia di Perugia e il Voivodato di Varmia-Masuria (Polonia) andranno a sottoscrivere, i partner si impegnano
a collaborare per realizzare progetti di sistema e di formazione finanziati dai fondi dell’Unione Europea stanziati per la Polonia per gli anni 2007-2013 nei seguenti ambiti: gastronomia,
settore alberghiero, produzione e certificazione dei prodotti agroalimentari tipici, certificazione dei servizi di gastronomia, certificazione dei servizi nel settore alberghiero,
collaborazione tra scuole pubbliche del settore turistico- alberghiero e gastronomico.

Nell’ambito dell’accordo i Partner intraprenderanno anche iniziative mirate all’instaurazione di rapporti di collaborazione tra le Città Slow del Voivodato di Varmia-Masuria e le
Città Slow della Provincia di Perugia. La Provincia di Perugia individua il Consorzio Umbria Export, già operante da alcuni anni nel territorio della Regione di Varmia-Masuria per
offrire a tutto il sistema economico, sociale ed istituzionale umbro un’opportunità di sviluppo delle relazioni fra i due territori, quale partner dei progetti esecutivi che saranno
presentati, in attuazione del presente accordo di collaborazione, per la realizzazione delle attività con il Voivodato di Varmia-Masuria. ‘In virtù dei rappporti istituzionali
già consolidati – sottolinea Daniela Frullani, assessore alle politiche comunitarie e cooperazione internazionale – stiamo dando attuazione agli obiettivi sottesi all’accordo per una
collaborazione concreta nell’ambito della promozione turistica di qualità e della certificazione dei servizi alberghieri e gastronomici. L’accordo di collaborazione assume perciò
una valenza importante nell’ottica di uno scambio proficuo e vantaggioso per entrambi gli attori coinvolti tra centri di formazione e istituzioni scolastiche. Esperienze comuni che si
concretizzeranno in progetti finanziati dai fondi comunitari europei”.

Leggi Anche
Scrivi un commento