Confagricoltura: Internazionalizzazione, Ministero dello Sviluppo Economico ed Ice guidano una missione di imprenditori italiani in Serbia

Le iniziative di internazionalizzazione promosse da Confagricoltura si arricchiscono di una nuova missione: un gruppo di imprenditori italiani è in partenza per la Serbia dove,
in quattro giorni di lavori serrati, potrà raccogliere informazioni e conoscenze sulle possibilità di investimento nel Paese e dialogare con imprenditori italiani che
già vi operano. La missione prevede anche visite ad imprese realizzate in partnership da operatori serbi e stranieri.

L’Accordo di settore siglato da Confagricoltura e ministero dello Sviluppo economico/Commercio internazionale ha permesso a Confagricoltura di realizzare più iniziative
coordinate tra loro. “Iniziative – spiega l’Organizzazione agricola – volte ad accrescere la conoscenza delle opportunità e degli eventuali sostegni finanziari
esistenti per il settore agricolo in Serbia ed anche a mettere in luce le difficoltà che possono avere incontrato gli imprenditori italiani che già vi lavorano. Preziosa
la fattiva collaborazione dell’Istituto per il Commercio Estero, sia tramite gli uffici di Roma, che quello di Belgrado”.

L’economia serba è in crescita, anche se si tratta di un Paese che ha ancora moltissimo da costruire e migliorare. Proprio per questo il Governo sta attuando una politica
volta a creare condizioni favorevoli per gli investimenti esteri e ad incentivare le diverse collaborazioni e forme di partenariato con gli imprenditori degli altri Paesi.

Anche nel 2008, come negli anni precedenti – secondo l’ICE – il PIL della Serbia dovrebbe registrare un’elevata crescita, con una media tra il 5,5% ed il 7%, trainata
soprattutto dagli investimenti nelle società già privatizzate, dalla domanda dei consumi sostenuta e dall’incremento degli investimenti nel settore pubblico.

La missione è un positivo esempio di sinergia tra Istituzione pubblica ed Organizzazione delle imprese, che concordano sulle sicure opportunità offerte dalla
collaborazione tra Italia e Serbia e gli operatori dei due Paesi, basata su reciproche necessità: da una parte l’interesse ad importare professionalità e capitali,
dall’altra quello di rafforzare produzioni ed aziende.

Leggi Anche
Scrivi un commento