Confagricoltura: bisogna spiegare seriamente agli italiani cosa sono gli OGM

Confagricoltura: bisogna spiegare seriamente agli italiani cosa sono gli OGM

“Oltre il 40 per cento degli italiani non conosce il significato della parola Ogm. Tra i giovani (18-24 anni) la quota sale addirittura al 70 per cento, mentre la larga maggioranza dei
cittadini del nostro Paese ignora che da decenni gli animali degli allevamenti possano essere nutriti con farine Ogm importate”. A dirlo è Confagricoltura, riportando i risultati di
un’indagine commissionata all’Ispo del prof. Renato Mannehimer. “Non si tratta quindi di indire referendum, poiché non c’è nessuna legge da abrogare – avverte Confagricoltura – ma
di spiegare seriamente agli italiani cosa sono gli Ogm.Va superato definitivamente l’approccio ideologico che sino ad oggi in Italia ha demonizzato le biotecnologie, rendendole un argomento
tabù”.

L’organizzazione degli imprenditori agricoli sottolinea ancora come l’atteggiamento dei maiscoltori della Pianura Padana (da cui proviene oltre il 90 per cento della produzione nazionale) sia
totalmente diverso da quello dei cittadini non economicamente coinvolti nelle scelte sul transgenico. Infatti un’indagine Demoskopea svolta nei mesi scorsi per Futuragra rileva che gli
agricoltori di quest’area in 2 casi su 3 si sono dichiarati favorevoli all’utilizzo di sementi geneticamente modificate.

“Anche Eurobarometro, il sondaggio periodico della Commissione europea, ha rilevato che l’84 per cento degli italiani non ha particolari avversioni alle biotecnologie e manifesta un
atteggiamento più disinteressato che contrario”, ricorda Confagricoltura, aggiungendo che, proprio in base ai dati di Eurobarometro, un rapporto del Dipartimento Usa per l’Agricoltura
(FAS-USDA) suggerisce l’avvio nel nostro Paese di una campagna per informare correttamente i cittadini sulle caratteristiche dei prodotti Ogm.

Leggi Anche
Scrivi un commento