Con il Trekking Urbano il mistero diventa cultura

Con il Trekking Urbano il mistero diventa cultura

Millesettecento trekker hanno scelto Siena per la VI giornata nazionale del Trekking Urbano. Sabato 31 ottobre tante le persone e i bambini che hanno passato il pomeriggio e la notte con i
percorsi organizzati dal Comune di Siena.

“Abbiamo creato un nuovo modo di festeggiare la notte di Halloween – dichiara Donatella Cinelli Colombini, assessore al Turismo del Comune di Siena e ideatrice del Trekking Urbano – sviluppando
l’idea del mistero come ricerca di luoghi carichi di cultura, nulla a che vedere con il satanismo. Nella notte di Ognissanti la gente ha scelto di regalarsi una notte di Halloween diversa dal
solito, per conoscere gli angoli nascosti e le leggende più misteriose delle nostre città”.

Fin dalle prime ore del pomeriggio  di sabato tanti bambini si sono divertiti a scoprire l’Orto Botanico e a giocare con gli animatori, intagliando zucche e facendosi truccare da maghetti
e streghette. Successo anche per i percorsi notturni dedicati gli adulti fino al brindisi conclusivo all’Enoteca Italiana.

Alla giornata nazionale del Trekking Urbano, lanciato dal Comune di Siena nel 2002, hanno aderito quest’anno: Siena, Ancona, Arezzo, Ascoli Piceno, Bari, Biella, Bologna, Brescia, Chieti,
Cosenza, Ferrara, Foggia, Forlì, Genova, Lucca, Macerata, Mantova, Massa, Matera, Palermo, Pavia, Perugia, Pisa, Prato, Ravenna, Salerno, Savona, Tempio Pausania, Trento, Treviso,
Urbino, Viterbo.

Molta anche l’attenzione che i media nazionali hanno riservato all’evento nazionale. Dal Tg1 al Tg2 costume e società, al canale di Sky Marco Polo per finire alla carta stampata
specializzata e generalista con uscite su Corriere della Sera, Venerdì di Repubblica, Qn, Oggi, Vero e tantissimi giornali regionali e siti Internet (tra i quali Corriere.it,
Quotidiano.net, Libero.it, Tg.com).

Leggi Anche
Scrivi un commento