Comuni fioriti 2009, il concorso che promuove una cultura floreale ed estetica e migliora l’immagine dei paesi

 

Rendere il nostro Paese ogni anno più bello ed accogliente, migliorare l’immagine e l’attrattività dei Comuni e promuovere tra i cittadini una cultura floreale
ed estetica, questo è l’ambizioso obiettivo del concorso nazionale Comini fioriti, organizzato dall’Asproflor in collaborazione con l’Atl Distretto turistico
dei laghi e la Coldiretti con la consulenza dello Studio Urbafor, e il patrocinio di Associazioni come Città del vino, Città slow, Anpci (Associazione nazionale piccoli
comuni d’Italia) e Unpli (Unione nazionale pro loco d’Italia).

Questa iniziativa di marketing turistico – ambientale è adottata con successo ormai da decenni da molti Paesi: sono oggi infatti circa 25.000 le città e i villaggi che
partecipano in Europa a concorsi di fioritura, con importanti ricadute sulla qualità della vita e sull’immagine turistica (e conseguentemente sull’economia). Con
risorse limitate si è riusciti a creare, usando le classiche tecniche di marketing, un sano spirito di concorrenza e di emulazione che ha trasformato intere Regioni e Paesi in
veri e propri giardini fioriti, sorridenti e accoglienti.

La scorsa edizione ha riscosso un grande successo con la partecipazione di 89 Comuni di 11 Regioni. Per partecipare al concorso, i Sindaci hanno tempo per iscrivere il proprio Comune
fino al 30 aprile e potranno così richiedere il plico con la documentazione cartacea, il manifesto e le schede-consiglio (24 in totale). Le Amministrazioni comunali, inoltre,
potranno a loro volta stimolare i propri cittadini a contribuire attivamente alla fioritura del loro paese o della loro città organizzando il concorso «Case e balconi
fioriti», per promuovere tra i cittadini la cura del verde e l’abbellimento permanente dei balconi, delle finestre, dei dehor e dei cortili con fiori e piante ornamentali.

Arianna Latini

 

Leggi Anche
Scrivi un commento