Commercio, cambiano le vendite di fine stagione nel Veneto

14 Novembre 2007 – Da quest’anno, le vendite di fine stagione in Veneto non inizieranno più il tradizionale 7 gennaio, ma il primo sabato dell’anno (che per il 2008 cadrà
il 5 gennaio), sempre che questo non cada il 1° gennaio. Qualora il primo sabato dell’anno coincidesse con l’Epifania (6 gennaio) gli esercizi interessati saranno quelli in cui sia
consentita l’apertura domenicale e festiva in base alle norme vigenti. Rimane invariata la data della fine delle svendite invernali, fissata il 28 febbraio. Le vendite di fine stagione estive
si potranno svolgere dal 15 luglio al 31 agosto. Lo ha deciso la Giunta regionale del Veneto che, su proposta dell’Assessore alle Politiche Economiche con delega al Commercio Fabio Gava, ha
approvato una delibera che aggiorna la disciplina delle vendite straordinarie nella regione.

«L’aggiornamento – ha detto Gava – è stato deciso sentite le rappresentanze degli Enti Locali, delle Organizzazioni dei Consumatori e delle Imprese del Commercio ed ha l’obbiettivo
di assicurare una maggiore omogeneità rispetto alla disciplina delle Regioni limitrofe evitando che la nostra rete commerciale possa subire concorrenze ingiuste». Per quanto
riguarda le vendite promozionali, viene confermata la sostanziale liberalizzazione alla quale s’ispira la disciplina regionale, con il solo divieto di svolgimento nei 30 giorni antecedenti le
svendite di fine stagione (ad eccezione di chi vende prodotti non stagionali) e senza più l’obbligo di comunicazione preventiva al Comune competente. La delibera regola anche le vendite
di liquidazione, che vanno effettuate a seguito di cessazione dell’attività, cessione dell’azienda, trasferimento in altri locali, trasformazione o rinnovo dei locali e possono avvenire
in qualsiasi periodo dell’anno.

Leggi Anche
Scrivi un commento