Coldiretti: vacanze, oltre 3 milioni di turisti nelle sagre di agosto

Tre milioni di turisti in agosto a caccia di prelibatezze in centinaia di sagre e feste paesane, mercati e antiche fiere dove, dai formaggi di montagna agli oli extravergine d’oliva, dai vini
pregiati agli ortaggi e alla pasta tradizionale, in tutta Italia sono celebrati i più saporiti e genuini prodotti della tradizionale agroalimentare. È quanto stima la
Coldiretti nel sottolineare che i prodotti più festeggiati sono carne e salumi, pasta fresca, frutta e verdura di stagione, pane, grano e biscotti, olio e vino, pesce e formaggio.

La voglia di spezzare le vacanze nelle mete turistiche più tradizionali e di allontanarsi dal caldo afoso delle spiagge affollate sono – sostiene la Coldiretti – gli elementi di un
successo che coinvolge durante l’estate intere famiglie e gruppi di giovani. La partecipazione alle Sagre, spesso promosse nei piccoli comuni, è infatti l’occasione – continua la
Coldiretti – per gustare prodotti locali che lasciano un ricordo indelebile al ritorno delle vacanze, ma anche per conoscere iniziative e patrimoni ambientali e culturali diversi da quelli dei
più tradizionali percorsi turistici.

Puntare sull’enogastronomia locale significa anche diversificare ed estendere l’offerta turistica nazionale, oltre le tradizionali mete delle città d’arte e delle spiagge, a favore
dei piccoli comuni che coprono un territorio dove grazie all’agricoltura si “coltiva” oltre la metà della produzione agroalimentare nazionale che ha reso celebre il Made in Italy
nel mondo.

Un patrimonio che – sottolinea la Coldiretti – fonda il suo successo anche sul terreno particolarmente fertile che offrono questi paesi alle produzioni di qualità: nel territorio
di tre comuni con meno di cinquemila abitanti su quattro sono presenti allevamenti destinati a produrre formaggi o salumi italiani a denominazione di origine (Dop), mentre nel 60 per cento dei
piccoli comuni si trovano gli uliveti dai quali si ottengono gli oli italiani a denominazione protetta.

Ma la domanda turistica nei centri minori – precisa la Coldiretti – contribuisce anche a riscoprire e a salvare dall’estinzione specialità alimentari ottenute con metodi
tradizionali che si tramandano da decine di anni in molte aziende agricole. Nell’estate 2008 sono saliti a ben 4396 i prodotti tradizionali censiti dalle regioni che, grazie anche all’azione
della Coldiretti, sono stati dichiarati per decreto come espressione del patrimonio culturale italiano. Eccellenze uniche che contribuiscono ad alimentare il motore della vacanza
enogastronomica che con 5 miliardi di fatturato stimato è l’unico segmento in costante e continua crescita nel panorama dell’offerta turistica nazionale.

Qualche consiglio per i vacanzieri: a nord di Milano, in Brianza, nel comune di Albiate, la Sagra di San Fermo il 12 agosto vedrà dalla mattina alle 8 alla sera alle 19 stand di
aziende Coldiretti con formaggi di capra, frutta e verdura di stagione, piccoli frutti, lumache e miele.

In Liguria, a fine mese, Festa di Santa Giulia nel comune di Dego (Savona). Si celebrerà la memoria della beata Teresa Bracco, contadina del posto fucilata dai nazi-fascisti in
tempo di guerra, con tre giorni di farmers market (chiusura il 31 agosto) con il meglio dei prodotti tipici della provincia.
La sera precedente il ferragosto (quindi giovedì 14 agosto), con inizio alle 19, tutti alla Festa dell’Ospitalità di Portogaribaldi – Comacchio (Ferrara). Saranno
offerti gratuitamente a tutti i turisti pesce fritto al momento in enormi padelloni, vino locale e, a cura di Coldiretti Ferrara, fette di cocomeri freschi (circa 60-70 quintali).

Dalla Calabria due ghiotte iniziative nel Cosentino. La prima, dove è prevista la presenza di 30-35.000 turisti, si tiene a Villapiana Lido ed è la “Spesa in piazza con
Coldiretti”. Nei 35 stand gli imprenditori agricoli offriranno in degustazione e per l’acquisto, sino a martedì 12 agosto (dalle 18 alle 24) i tipici prodotti calabresi, dalla
soppressata, ai vini, ai dolci, al peperoncino. E per assaggiare in mille preparazioni la cipolla rossa di Tropea, domani e domenica a Campora S.Giovanni – Amantea si tiene la Sagra della
celebre bulbosa.

Leggi Anche
Scrivi un commento