Coldiretti: Estate, insalate pronte per un italiano su due

La necessità di risparmiare tempo per dedicarsi alle vacanze, ma anche l’esigenza di mantenere la linea con cibi genuini e rinfrescanti fa segnare un vero boom negli acquisti di
verdure pronte per l’uso che trovano spazio nel carrello della spesa di quasi un italiano su due. E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che si tratta di un vero e proprio exploit
estivo con i consumi in forte crescita, in controtendenza rispetto agli altri alimentari.

Con un chilo e mezzo per persona di verdure già pronte acquistate all’anno, si tratta del comparto più dinamico dell’agroalimentare tradizionale favorito – sostiene la
Coldiretti – dal bisogno crescente dei cittadini di risparmiare tempo in cucina a favore del lavoro, della famiglia e dello svago, senza rinunciare però al consumo di prodotti
freschi, indispensabili per la buona alimentazione, la dieta e la salute.

La cosiddetta “quarta gamma” rappresenta oggi meno del 10 per cento del valore di mercato dei prodotti ortofrutticoli acquistati dalle famiglie e nel corso del 2007 – riferisce la Coldiretti –
sono stati acquistati oltre 88 milioni di chili per una spesa di 693 milioni di euro, secondo i dati dell’osservatorio MacFrut.

I prodotti più acquistati sono le insalate, le carote e i pomodorini da utilizzare in casa o fuori, ma cominciano anche a diffondersi – sottolinea la Coldiretti – le vaschette di
frutta già tagliata e sbucciata pronta senza doversi “sporcare le mani” e da gustare come snack rompi-digiuno durante la giornata o come risparmia-tempo.

La crescita del mercato sembra dimostrare – conclude la Coldiretti – che la necessità di risparmiare tempo per molti cittadini italiani prevale su quella di contenere le spese
alimentari, tenuto conto del fatto che il prezzo medio della “verdura in sacchetto” pronta per l’uso è mediamente di poco superiore a 8 euro al chilo, quasi sei volte superiore
rispetto a quello dello stesso prodotto venduto sfuso.

Leggi Anche
Scrivi un commento