Cenone di Capodanno: Vince la tradizione

Cenone di Capodanno: Vince la tradizione

Roma – “Neanche il tempo di smaltire cenoni di Vigilia, Natale e Santo Stefano che gli italiani iniziano a pensare al menù di Capodanno. Come per il 25 dicembre anche l’ultimo dell’anno sarà all’insegna della tradizione con cotechino e
zampone
, prìncipi indiscussi della tavola”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori (UNC).

“Cotechino e zampone -prosegue Dona- sono due prodotti molto simili per cui agli occhi di un consumatore inesperto si potrebbero confondere. Tecnicamente la differenza sta nel fatto che il
cotechino è racchiuso in un budello naturale e artificiale mentre lo zampone è insaccato nella pelle del piede del maiale. Un aiuto maggiore per chi fa la spesa giunge dalle
etichette che devono riportare la denominazione, gli ingredienti e la provenienza geografica.

“Anche dal punto di vista nutrizionale i due insaccati sono più o meno sullo stesso piano”, conclude il Segretario generale, ma aggiunge: “sono entrambi alimenti molto calorici quindi
non bisognerebbe abusarne”.

www.consumatori.it

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento