Cena-spettacolo per presentare la cucina dell’autunno

 

I 20 ristoranti di Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori, portabandiera dell’assoluta eccellenza della gastronomia di questa regione di confine, si danno appuntamento il 15 ottobre
a Trieste per una serata davvero chic. L’appuntamento è di quelli da non perdere: piatti raffinati si abbineranno a vini di qualità superiore e ai migliori prodotti
del territorio in un contesto davvero unico. Nell’occasione, Friuli Via dei Sapori presenterà la sua collezione dei piatti dell’autunno 2008, attraverso la grande
varietà di gusti che vanno dai monti all’Adriatico: un appuntamento, oltre che mondano, di alta cucina, eseguita in diretta davanti all’ospite.

Lo scenario è quello suggestivo delle Rive, nell’elegante Salone degli Incanti dell’ex Pescheria Centrale di Trieste (Riva Nazario Sauro): qui le venti stelle del
firmamento gastronomico friulano, ognuna dietro a un tavolo, cucineranno davanti all’ospite, per proporre la propria cucina dell’estate, con piatti dalla forte impronta sia
creativa che tradizionale. Accanto a loro ci saranno altrettanti produttori friulani che offriranno il loro vino abbinato alle pietanze, per un mix di sapori e profumi, frutto di
contaminazioni etniche e culturali: un vero show di alta gastronomia con vini eccellenti da assaporare a due passi dal mare.

La serata presenterà le specialità dei vari ristoratori: Ai Fiori con crema di borlotti con trippa di baccalà alla maggiorana, Al Ferarùt con
crema di mais precoce con bombolini delle nostre pianure ed altri sapori, Al Grop con zuf di zucca al tartufo e foie gras d’oca al ramandolo passito, Al Lido con i primi
del Lido, Al Paradiso con raviolo ai funghi del bosco di Muzzana e nuvola affumicata, Al Ponte con soffiato di zucca con riso nero e cialda di Montasio croccante,
All’Androna con scampi rosolati al rosmarino su crema di zucchine e purè di patate, Alla Pace, Campiello con fonduta di porcini e tagliatelle di calamari,
Carnia con gnocchetti saraceni con zucca e speck d’oca fumè, Da Nando con il riso venere, gamberoni e il lardo, Da Toni con crema di zucca con baccalà
mantecato e aceto balsamico, Devetak con lollipop: lievitato con tabor e crema di bosco, Là di Moret con cappuccino di zucca con spuma di caffè,
di Petròs
con creme brulè con miscuglio di bosco e profumo di tartufo nero, La Subida con piccoli gnocchi di ricotta e finocchietto selvatico in bianca zuppa di
rane, La Taverna con raviolo profumi e colori d’autunno, Sale e Pepe con brovada e muset e, infine, Vitello d’Oro con il crudo di pesce.

Ad ogni piatto verrà abbinato un vino offerto da 20 vignaioli: da Capriva del Friuli Schiopetto e Villa Russiz; da Cormòns Castello di Spessa, Edi Keber e Livio Felluga;
da Corno di Rosazzo Eugenio Collavini; da Dolegna del Collio Venica & Venica; da Gradisca d’Isonzo Marco Felluga; da Ipplis Ermacora; da Manzano Giorgio Colutta; da Oslavia
Primosic; da Palazzolo dello Stella Isola Augusta; da Prepotto La Viarte e Petrussa; da Rosazzo Ronco delle Betulle; da S. Floriano del Collio Il Carpino; da S. Giorgio della
Richinvelda Forchir; da S. Giovanni al Natisone Livon, da Villanova di Farra Jermann e Tenuta Villanova. Non solo, in vari punti d’assaggio si potranno degustare salumi
d’oca della Jolanda de Colò; il prosciutto Principe di San Daniele e il Montasio del Consorzio per la tutela del formaggio Montasio. L’offerta sarà completata
da un’ampia proposta delle mele friulane dai frutteti di Chiasiellis di Pomis, una selezione di grappe Nonino e il caffè di Orocaffè. Saranno presenti anche Gover –
specialisti della cottura col fuoco a legna e Q Maniago con i suoi stupendi coltelli. E, per chiudere in dolcezza o, per dirla alla triestina, «per no lassarse come cani»,
Friuli Via dei Sapori ha ideato i tavoli dei gusti intriganti… tutti da scoprire.

Prezzo: 45 €.

Per informazioni e prenotazioni: Friuli Via dei Sapori, Tel.0432 538752, info@friuliviadeisapori.it, www.friuliviadeisapori.it.

Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori

Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori riunisce 20 tra i migliori ristoranti del Friuli Venezia Giulia, dislocati dal mare alla montagna: Ai Fiori di Trieste (Ts), Al Ferarùt di
Rivignano (Ud), Al Grop di Tavagnacco (Ud), Al Lido di Muggia (Ts), Al Paradiso di Paradiso di Pocenia (Ud), Al Ponte di Gradisca d’Isonzo (Go), All’Androna di Grado (Go), Alla Pace di
Sauris (Ud), Campiello di San Giovanni al Natisone (Ud), Carnia di Venzone (Ud), Da Nando di Mortegliano (Ud), Da Toni di Gradiscutta di Varmo (Ud), Devetak di Savogna d’Isonzo (Go),
Là di Moret di Udine (Ud), Là di Petròs – Mels (Ud), La Primula di San Quirino (Pn), La Subida di Cormons (Go), La Taverna di Colloredo di Monte Albano (Ud), Sale e
Pepe di Stregna (Ud), Vitello d’Oro di Udine (Ud).

Ad essi si affiancano 20 vignaioli (a Capriva del Friuli Schiopetto e Villa Russiz; a Cormòns Castello di Spessa, Edi Keber e Livio Felluga; a Corno di Rosazzo Eugenio Collavini;
a Dolegna del Collio Venica & Venica; a Gradisca d’Isonzo Marco Felluga; a Ipplis Ermacora; a Manzano Giorgio Colutta; a Oslavia Primosic; a Palazzolo dello Stella Isola
Augusta; a Prepotto La Viarte e Petrussa; a Rosazzo Ronco delle Betulle; a S. Floriano del Collio Il Carpino; a S. Giorgio della Richinvelda Forchir; a S. Giovanni al Natisone Livon, a
Villanova di Farra Jermann e Tenuta Villanova) e 8 eccellenze: Jolanda de Colò di Palmanova (leader in Italia nella lavorazione di prodotti d’oca), Consorzio per la tutela
del formaggio Montasio di Codroipo, Nonino, (distillatori in Friuli dal 1897) di Percoto, Oro caffè di Tavagnacco e prosciuttificio Principe di San Daniele a cui si affiancano
Gover di Codroipo (azienda artigianale che produce cucine per la cottura con fuoco a legna, oltre che caminetti e stufe), QM-Qualità Maniago (il marchio che contraddistingue 23
coltellerie di Maniago, capitale italiana delle lame di qualità) e Pomis, piccola azienda agricola che produce mele, aceto e succo, sempre di mele.

Maggiori informazioni su www.friuliviadeisapori.it.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento