La Provincia vince il Premio Alta Qualità per l'Infanzia

Il progetto «Carta di Treviso: Bambini, Informazione e Media» si aggiudica il «Premio MED» (Media Education) della 4° edizione del
concorso «Premio Alta Qualità per l’Infanzia – Il Grillo». Si tratta di un riconoscimento speciale assegnato ai progetti per l’infanzia che si distinguono
nel territorio nazionale. In questo caso la Provincia di Treviso viene insignita per il suo progetto pluriennale interistituzionale rivolto ai bambini e agli adolescenti.

A ritirare il premio, questa sera, sarà il Presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro, ospite all’auditorium di La Villa in Alta Badia. La premiazione, condotta dal
giornalista Armando Traverso, andrà in onda su Rai3, domenica 27 luglio nello speciale del programma per bambini e famiglie «E’ Domenica
papà».

Il concorso nazionale è bandito dall’Associazione Culturale il Grillo, in convenzione con Rai 3, promosso dal Consorzio Turistico Alta Badia e con il patrocinio dell’Antoniano di
Bologna, Unicef, Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università La Sapienza di Roma, Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di
Bologna.

Le finalità del Premio Il Grillo sono la valorizzazione della qualità dei prodotti dei settori che si occupano dell’infanzia e la divulgazione di queste iniziative
attraverso un evento di impatto mediatico, capace di segnalare ad un ampio target il lavoro svolto.

Un premio che vale anche da segnale forte di quanto la Provincia di Treviso mette in campo nell’ambito del rapporto tra media e minori: «E’ innegabile che le nuove tecnologie siano
parte integrante della quotidianità dei bambini e dei ragazzi. E’ un fenomeno ineliminabile con cui facciamo i conti tutti i giorni. E spesso viene portato all’attenzione della
cronaca mediante esempi non sempre positivi. E così la Provincia di Treviso, da tempo, per svolgere appieno anche il suo ruolo di ente promotore dello sviluppo della
Comunità ha deciso di occuparsi del tema «bambini e informazione» in maniera concreta. L’amministrazione ha quindi inserito nel suo programma di governo
il progetto interistituzionale «Carta di Treviso: bambini, informazione e media» in collaborazione con altre istituzioni locali e nazionali. Come ad esempio
l’Università di Padova per la diffusione delle conoscenze scientifiche che possono avere un risvolto applicativo nell’educazione dei minori, il Pubblico Tutore dei Minori, l’Ordine
dei Giornalisti e l’Osservatorio Regionale per l’infanzia e l’adolescenza del Veneto, il Corecom del Veneto e l’Ufficio Scolastico Provinciale di Treviso con cui concorda linee di indirizzo e
realizza interventi di prevenzione. La Provincia comunque nel suo lavoro offre ai cittadini diversi servizi: dalla consulenza, alla formazione ad interventi tecnici, alla mediazione e
collegamento tra le diverse istituzioni e naturalmente alla realizzazione e divulgazione di progetti e materiali educativi. Infatti, l’Ente ha già coinvolto 179 docenti di tutte le
scuole del territorio, incontrando inoltre ben 1414 genitori», ha commentato il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro.

Leggi Anche
Scrivi un commento