FREE REAL TIME DAILY NEWS

Carne, le filiere del Piemonte puntano sulla tracciabilità

By Redazione

 

Torino – L’obbligo della tracciabilità del prodotto. Su questo punto sono d’accordo i rappresentanti delle cinque filiere della carne (bovina, suinicola, avicola, cunicola
e ovicaprina) che oggi hanno organizzato un incontro al Miac di Cuneo per mettere a punto strategie commerciali.

Tra le proposte della filiera bovina (860 mila capi allevati, 13% della popolazione nazionale), c’é anche l’etichettatura volontaria collegata ad una specifica promozione del
prodotto certificato.

Gli allevatori di suini propongono la creazione di un paniere di salumi certificati, il rilancio dell’organizzazione dei produttori.

La filiera avicola (il Piemonte è la quarta regione italiana per produzione) chiede di estendere in maniera definitiva la tracciabilità, introdotta in seguito
all’emergenza aviaria.

Gli allevatori di conigli propongono un marchio identificativo, dalla filiera ovicaprina arriva la richiesta del rafforzamento dell’anagrafe dei capi e della gestione aggregata della
filiera, per sviluppare la potenzialità del comparto latte.(ANSA).

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: