Carne clonata sulle nostre tavole? Follia!

Carne clonata sulle nostre tavole? Follia!

La Commissione Ue sarebbe orientata a dare parere positivo all’utilizzo di carne clonata come alimentazione umana. L’indiscrezione viene raccolta e rilanciata da alcuni parlamentari leghisti che
contestano l’ipotesi e parlano di “follia dell’Ue”.   

Sul tema i senatori della lega, Giampaolo Vallardi ed Enrico Montani hanno presentato una interrogazione. “La carne derivata da animali clonati la mangino i burocrati di Bruxelles che hanno dato,
insieme all’ Efsa, un parere positivo riguardo la possibilità che detti prodotti possano essere impiegati nell’ alimentazione umana”, affermano i due senatori che nell’interrogazione
chiedono al ministro dell’Agricoltura “quali iniziative si intendano assumere per approfondire il complesso delle tematiche inerenti la questione della produzione e dell’impiego di animali
clonati e – scrivono nella interpellanza i due parlamentari della Lega – come si intende intervenire presso la Commissione Ue, affinché la questione possa essere affrontata, non solo in
riferimento ad aspetti economici e commerciali; se in via cautelativa non si ritenga di adottare una moratoria sulla clonazione di animali e sull’impiego dei relativi prodotti, motivata delle
evidenti incertezze che impediscono una corretta valutazione del rischio”.    

Nella nota urgente inviata ai due ministri, Vallardi e Montani ricordano come nel corso degli ultimi anni “si è intensificata l’applicazione della tecnologia della clonazione alle
principali specie di animali domestici, bovini soprattutto, tanto che sono sempre più frequenti le ipotesi riguardo alla possibilità che i prodotti alimentari ottenuti da cloni
animali o dalla relativa prole siano immessi in commercio e, quindi, utilizzati a fini alimentari”. D’altronde se nel 2008 l’Efsa, interpellata dalla Commissione Ue ha espresso un parere positivo
riguardo alla possibilità che detti prodotti  possano essere messi nelle nostre tavole, “vuol dire che c’é tanto interesse economico dietro questo obbrobrio di operazione”.
  

Sul tema interviene anche il deputato legista, Fabio Ranieri, segretario in commissione agricoltura della Camera. “A Bruxelles – scrive in un comunicato – sono liberi di mangiare tutte le
porcherie che vogliono. Compresa anche un’abbondante grigliata di carne clonata. Ma a casa nostra le cose sono diverse. Mi auguro che il ministro Galan – attacca Rainieri -, almeno in questa
occasione voglia davvero difendere la nostra gente e la sicurezza alimentare della nostra eccellente filiera agroalimentare. Altrimenti un piccolo sì alla clonazione lo diremo anche noi:
ma solo alla possibilità di clonare l’ex ministro Luca Zaia”.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento