Gli additivi nella carne aumentano il rischio di cancro alla vescica

Gli additivi nella carne aumentano il rischio di cancro alla vescica

Il consumo di carni ricche di additivi fa crescere la probabilità di cancro alla vescica.

L’indicazione arriva da una ricerca del National Cancer Institute, diretta dalla dottoressa Amanda Cross e pubblicata su “Cancer”.

L’equipe della Cross ha osservato, per circa 8 anni, la dieta di 300.000 volontari, uomini e donne trai 50 ed i 71 anni. Gli studiosi hanno così rilevato come ad 854 di questi fosse
stato diagnosticato il cancro alla vescica.

Analizzando in dettaglio i malati, la squadra del National Cancer Institute ha rilevato come, se la dieta prevedeva alti livelli di nitriti (da tutte le fonti) o alte dosi di carni lavorate,
aumentava anche la probabilità di sviluppare il tumore alla vescica: +28-29% rispetto ad altri regimi alimentari.

Ciò avviene, ipotizzano i ricercatori, perché durante la digestione il nitrato di sodio ed i nitrati reagiscono con l’acido gastrico, formando composti cancerogeni N-nitroso.

Inoltre, il legame nitriti e nitrati con il rischio di cancro maggiorato potrebbero spiegare perché precedenti ricerche aveva indicato un’associazione tra consumo di carne e presenza
della malattia.

Conclude così la dottoressa Cross: “I nostri risultati evidenziano l’importanza di studiare i composti a base di carne e la loro associazione al rischio di cancro (Tuttavia), i dati
epidemiologici sul consumo di carne connesso al cancro della vescica sono lacunose; i nostri risultati dovrebbero fare da esempio ad altri studi prospettici”.

Fonte: Leah M. Ferrucci, Rashmi Sinha, Mary H. Ward, Barry I. Graubard, Albert R. Hollenbeck, Briseis A. Kilfoy, Arthur Schatzkin, Dominique S. Michaud, Amanda J. Cross, “Meat and
components of meat and the risk of bladder cancer in the NIH-AARP Diet and Health Study”, Cancer 2010, doi10.1002/cncr.25463

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento