Carne cinese all’atropina

Carne cinese all’atropina

Il settimanale cinese Nanfang Zhoumo riporta il monito di un funzionario governativo contro l’uso ventennale di pompare acqua negli animali appena macellati, al fine di aumentare il peso della
carne. La pericolosità del metodo è aumentata anche dal fatto che l’acqua iniettata non è pura, e in alcuni casi viene appositamente integrata con atropina, un alcaloide che
espande i vasi sanguigni in modo da permettere iniezioni di acqua più massicce. Gli effetti collaterali dell’atropina sono secchezza della bocca, stipsi, riduzione della minzione e
midriasi (dilatazione della pupilla).

Luca Zaia, ministro delle Politiche Agricole, a proposito di ristoranti etnici autorizzati all’esercizio, ha dichiarato «sia che servano kebab, sushi o cibo cinese», dovrebbero
«smetterla di importare container carichi di carne e pesce di cui non si conosce la provenienza», il che significa che in Italia è possibile la presenza di carne gonfiata con
acqua all’atropina. Chiediamo al ministro Zaia se in partite di carne importate dalla Cina sia stata riscontrata la presenza dell’atropina o di agenti patogeni. Una interrogazione in tal senso
è stata annunciata dalla senatrice Donatella Poretti.

Leggi Anche
Scrivi un commento