Cancro al seno: i carotenoidi riducono il rischio

Cancro al seno: i carotenoidi riducono il rischio

I carotenoidi (alfa e beta-carotene) per difendersi dal cancro al seno. Tali elementi, se assunti in dosi corrette, riducono (fino al 68%) la presenza di un ormone, spia di rischio nelle donne
con il vizio del fumo.

E’ la tesi di una ricerca del Karolinska Institutet (Stoccolma, Svezia), diretta dalla dottoressa Susanna Larsson e pubblicata sul ” European Journal of Cancer”.

Gli studiosi hanno osservato, per circa 10 anni, 36.664 volontarie. Alla fine si è concluso come non vi fossero evidenze di una correlazione tra carotenoidi e cancro al seno; al
contrario, tali elementi svolgevano un’azione difensiva per le fumatrici.

Allora, gli scienziati raccomandano di ridurre (o meglio evitare) il fumo ed ammettono come buone dosi di carotenoidi possono aiutare a prevenire il tumore al seno.

Commenta la dottoressa Larsson: “Se il potenziale effetto protettivo di alfa-carotene e beta-carotene contro il cancro al seno è mediato attraverso le loro proprietà
antiossidanti, un’associazione può essere più forte o limitata alle donne che non ottengono antiossidanti altri da integratori alimentari. Un effetto protettivo dei carotenoidi
può anche essere più pronunciato tra i fumatori perché il fumo di tabacco induce uno stress ossidativo”.

Passo successivo della dottoressa e dei collaboratori sarà l’effetto (minore o maggiore) dei carotenoidi sui non fumatori e sui recettori ormonali.

LINK alla ricerca

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento