Caccia, Russo: «Tutto in regola a Lecce per eque opportunità e ambiente»

Bari, 26 Ottobre 2007 – L’ assessore alle Politiche agroalimentari, Enzo Russo, ha diffuso la seguente nota: Agli attacchi e alle valutazioni artatamente amplificate da un fare politico,
fazioso e demagogico da parte del Vicesindaco di Lecce, onorevole Poli Bortone, non si può che rispondere con l’invito ad una attenta disamina degli atti e provvedimenti in materia di
Caccia, posti in essere dall’Assessorato, nel pieno rispetto formale e sostanziale delle vigenti leggi.

L’approvazione, da parte della Giunta Regionale con il consenso del Comitato Faunistico Venatorio Regionale, di provvedimenti relativi all’ampliamento di una azienda faunistica e alla riduzione
di un’altra, vede un incremento totale di soli 47 ettari di superficie dedicata all’attività delle aziende faunistiche.

Aziende che svolgono solo in minima parte attività venatoria tra l’altro controllata e programmata, mentre per la gran parte dell’attività, contribuiscono al mantenimento e
miglioramento degli ambienti naturali, all’incremento della fauna selvatica, per consentire l’irradiamento, la produzione e la sosta.

Ciò a sostegno di una politica ambientale equilibrata che grazie a questi interventi, rende possibile anche la libera caccia, riordinando gli equilibri naturali e rendendo possibile, lo
svolgimento delle attività in un ecosistema sostenibile.

Francamente eccessivo ci sembra aver scomodato “lotte di classe” per una attività libera, sana, da praticare insieme ed in armonia con il territorio».

Leggi Anche
Scrivi un commento