Brasile: verdura per chi fa la raccolta differenziata

Brasile: verdura per chi fa la raccolta differenziata

Verdura in premio a chi fa la raccolta differenziata.

Questo lo scambio messo in atto da Delícia de Reciclagem,
programma attivato a Jundiai, 60 chilometri a nord di San Paolo, Brasile.

Il progetto inizia nel dicembre 2002, quando la Secretaria Municipal de Serviços Públicos dà il via alla sperimentazione: invogliare i locali al riciclaggio offrendo
verdure fresche. Così, il bravo cittadino smaltisce in maniera separata alcuni (alluminio, plastica, carta) ed ottiene prodotti freschi dell’orto locale. Nel terreno, vengono piantati
diverse varietà, in primis, lattughe, pomodori e cavolfiori: tutto nutrito con concimi naturali, senza fertilizzanti e pesticidi.

E, per favorire il cittadino, ecco il camioncino comunale: viaggia nei quartieri più disagiati, raccoglie i rifiuti e dà in cambio la verdura.

A 10 anni dall’attivazione, il progetto non è privo di lati positivi: la cittadinanza approva e l’orto è ormai struttura solida, capace di ospitare 30.000 piante. Grande difetto
è però l’inconsistenza numerica: in base ai controlli, Jundai raccoglie solo il 4,5% dei rifiuti.

Comunque sia, l’idea dello scambio piace. Nel 2011, Città del Messico ha copiato l’idea, con il mercado de trueque: un mercatino in cui scambiare i propri rifiuti da riciclare con
prodotti freschi dei coltivatori locali

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento