Bologna: Riconosciuta l’IGP all’aceto balsamico di Modena

Bologna: Riconosciuta l’IGP all’aceto balsamico di Modena

Bologna – La Cia Emilia Romagna sull’ottenimento dell’Igp Aceto Balsamico di Modena: “Ora vanno completate e attuate le intese con i produttori di aceto per collegare l’Indicazione
geografica protetta alle produzioni viticole dell’Emilia Romagna e garantire valore aggiunto ai viticoltori”.

Ci sono voluti ben 13 anni, ma alla fine l’Aceto balsamico di Modena ha ottenuto l’Igp, Indicazione geografica protetta.

L’approvazione dell’Igp è avvenuta da parte del Comitato Permanente per le Indicazioni geografiche e le Denominazioni di origine protetta che si è tenuto negli uffici della
Commissione europea a Bruxelles. Dopo 13 anni di attesa (la prima richiesta di registrazione risale infatti al 1996), questo storico prodotto di qualità beneficierà delle tutele
previste.

“Dopo tanti anni di attesa non possiamo che esprimere la nostra soddisfazione per il risultato ottenuto – commenta la Cia Emilia Romagna – ma ora vanno completate e attuate le intese con i
produttori di aceto per collegare l’Igp alle produzioni viticole dell’Emilia Romagna e garantire valore aggiunto ai viticoltori”.

Questa denominazione europea impone inoltre regole certe per i produttori e assicura garanzie per i consumatori. “In Emilia Romagna – conclude la Cia –  vengono coltivati i vitigni
necessari alla produzione di mosto per l’aceto, materia prima con caratteristiche di qualità e acidità del tutto uniche”.

Leggi Anche
Scrivi un commento