Bologna: Mons. Crociata ai giovani delle Acli, «Riappropriatevi della politica»

 

Prende il via domani a Bologna il 23° Congresso nazionale dei Giovani delle Acli, le Associazioni cristiane dei lavoratori italiani. Più di 200 ragazzi da tutta Italia in
rappresentanza di otre 60 province e circa 20mila iscritti. A loro il segretario generale della Cei mons. Mariano Crociata manda un messaggio con l’invito a «riappropriarsi
della politica in maniera autentica».

Il riferimento di mons. Crociata è alle parole di Papa Benedetto XVI da Cagliari nel settembre 2008. Con l’eserotazione a lavorare «per essere quella «nuova
generazione di laici cristiani impegnati, capaci di cercare con competenza e rigore morale soluzioni di sviluppo sostenibile». Accoglie l’invito il segretario generale dei
giovani delle Acli, Gianluca Budano: «I giovani non possono restare a guardare – commenta – hanno il «dovere» di rendersi protagonisti. Sia nell’opera di
vigilanza e di denuncia dei problemi della società, sia nella capacità di suggerire proposte e soluzioni». L’educazione alla politica, alla legalità e
alla cittadinanza sono i principali campi d’intervento dei Giovani delle Acli, insieme al dialogo interreligioso.

Il Congresso aprirà domani mattina, venerdì 12, alle ore 10,00 presso l’Hotel Novotel (Via Michelino 73) con la relazione del segretario nazionale dei Giovani delle
Acli Gianluca Budano. Seguirà l’intervento del ministro della Gioventù Giorgia Meloni.

Tra gli altri interventi: il sindaco di Bologna Sergio Cofferati, il vescovo ausiliare e vicario generale dell’arcidiocesi di Bologna mons. Ernesto Vecchi, il direttore
dell’ufficio nazionale della Cei per i problemi sociali e del lavoro mons. Angelo Casile, il presidente nazionale delle Acli Andrea Olivero.

Nel pomeriggio, dalle ore 16,00, tavola rotonda sul tema della “rigenerazione della società” con il ministro degli affari regionali Raffale Fitto, ed il ministro
“ombra” del Pd per lo sviluppo economico Matteo Colaninno.

Programma
(in allegato il pdf)

 

Leggi Anche
Scrivi un commento