Blocco degli sfratti, altro colpo basso per i proprietari di immobili

Blocco degli sfratti, altro colpo basso per i proprietari di immobili

—–Original Message—–
Date: Sat, 26 Oct 2013 07:59:48
Subject: Sfratti blocco  – Intervista ad Achille Colombo Clerici presidente di Assoedilizia – Il Giornale 26 Ottobre 2013

      A s s o e d i l i z i a
Sintesi delle dichiarazioni del presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici in sede di intervista pubblicata dal Giornale in data 26 ottobre 2013:
Il concetto di “morosita’ incolpevole” che, introdotto nell’ordinamento giuridico permetterebbe di comprimere, limitare ed annullare diritti soggettivi derivanti da un libero rapporto
contrattuale ( contratto di locazione ), oltre che configurarsi come una espropriazione, in forma larvata, senza indennizzo, puo’ avere esiti dirompenti sul piano degli effetti psicologici 
inducendo molti a non pagare i canoni, confidando nel riconoscimento futuro di tale condizione.

In questo momento di seria crisi economica, i proprietari soffrono gia’ di una riduzione della domanda in locazione e conseguente della
mancanza di redditivita’ dell’immobile; di una grave insolvenza per coloro che non pagano piu’; di un carico fiscale che e’ cresciuto in modo intollerabile; di oneri gestionali e manutentivi
obbligatori aumentati in modo esponenziale: ci manca proprio che non possano nemmeno liberare l’immobile a fronte dell’insolvenza dell’inquilino.

Oltre tutto la norma approvata prevede la graduazione
degli sfratti ad opera delle prefetture senza indicare alcun limite e
criterio nell’esercizio di tale potere introducendo nell’ordinamento due
gravissime conseguenze: da un lato la sottoposizione delle decisioni
della magistratura all’autorità amministrativa, un evidente ed ulteriore
vulnus alla separazione dei poteri,  e dall’altro la totale mancanza di
trasparenza dell’azione amministrativa.

L’azione delle prefetture e’ strettamente collegata al Fondo, istituito dalla legge stessa, per l’erogazione di contributi a favore degli inquilini morosi incolpevoli.

Un meccanismo che con molta probabilita’ non riuscira’ a dispiegare effetti positivi, come d’altronde e’ gia’ avvenuto in passato per le esperienze dei fondi integrativi che non han mai
funzionato per mancanza di finanziamenti.

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento