Bertolini: «l'Unione tenta di taroccare referendum sul welfare»

Roma, 9 Ottobre 2007 – “L’Unione tenta di taroccare anche il referendum sul welfare, nulla di nuovo sotto il sole, dopo le elezioni politiche del 2006 tentano di imbrogliare gli italiani
anche sul protocollo di luglio”.

Lo ha affermato Isabella Bertolini, vicepresidente dei deputati di Forza Italia. “Se confermato l’episodio costituisce l’ennesima dimostrazione di come a sinistra siano assolutamente
incompatibili con il rispetto delle più elementari regole democratiche. A questo punto i dubbi si estendono anche all’effettiva partecipazione alle primarie che elessero Romano Prodi
leader dell’Unione. La stessa Bindi del resto ha denunciato la necessità di controllare attentamente le operazioni di voto e di scrutinio dell’elezione del segretario del Partito
democratico il prossimo 14 ottobre. Perché gli italiani dovrebbero fidarsi di questi imbroglioni?”

Ferrara – “Indipendentemente dall’esito, il referendum sull’accordo del welfare rappresenta una delle pagine più nere per il governo Prodi”. Lo ha affermato il senatore Mario
Ferrara, responsabile nazionale per le Politiche di Bilancio di Forza Italia. “Incapace di decidere e sotto il continuo ricatto delle ali estreme della maggioranza che lo sostiene, il governo
Prodi come Ponzio Pilato -sottolinea il senatore Ferrara- se ne lava le mani, affidando ai lavoratori, anch’essi sotto ricatto da parte delle varie anime del sindacato, le più importanti
scelte in tema di politiche sociali, che generalmente nelle democrazie avanzate rappresentano il compito primario di chi governa. Di democratico non c’e’ proprio nulla, questo referendum, cosi’
come le false primarie del Partito Democratico sono semplicemente delle operazioni mediatiche di bassa lega”.

Leggi Anche
Scrivi un commento