Bambini allattati al seno, bambini più intelligenti

Bambini allattati al seno, bambini più intelligenti

Se il pupo si nutre al seno diventa più intelligente ed ha maggiori abilità accademiche.

Lo afferma una ricerca dell’Università di Oxford e dell’Università di Essex (sezione Istituto di ricerche economiche e sociali, ISER), diretta dalla dottoressa Almudena
Sevilla-Sanz.

Gli scienziati hanno lavorato sui dati dell’Avon Longitudinal Study, che comprendeva vita ed abitudini di 14.000 donne, diventate madri nel periodo 1991-92. Il team anglosassone ha così
esaminato la vicenda di 10.000 bambini, tutti residenti nella zona di Bristol.

Tale procedura ha mostrato come i piccoli allattati al seno per almeno le prime 4 settimane di vita hanno diversi vantaggi rispetto ai proprietari. In primis, mostrano un Q.I superiore (3-5
punti in più), poi hanno un rendimento maggiore in matematica, lettura e scrittura. Ed i risultati rimanevano significativi anche dopo aver eliminato fattori di disturbo come istruzione
della madre e condizione socio-economica della famiglia. Inoltre, la superiorità del Q.I. Si manifesta anche a 5, 7, 11 e 14 anni.

Come ammette Maria Iacovou, ricercatrice dell’ISER: “Non ci saremmo stupiti se l’effetto fosse sbiadito col tempo. Eppure non è accaduto”.

L’effetto bonus del latte materno è chiaro e presente anche in altre ricerche di settore. Tuttavia, ammettono gli esperti, la sua origine non è chiara.

Al momento, due sono le ipotesi. La prima dà il merito al processo intero dell’allattamento, che darebbe il via ad un legame madre-figlio dalle conseguenze positive per entrambi. La
seconda tira in ballo gli acidi grassi a catena lunga contenuti nel latte materno che aiuterebbero il cervello a svilupparsi.

FONTE: “Study: breastfed children do better at school”, University of Oxford, 14/03/011

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento