Bali: fissata una tabella di marcia per il clima

Nel corso delle due settimane della conferenza di Bali l’UE ha difeso strenuamente l’esigenza di fissare obiettivi precisi per combattere i cambiamenti climatici . Nella tabella di marcia di
Bali si riconosce che soltanto tagliando decisamente a livello mondiale le emissioni di gas serra è possibile evitare che il surriscaldamento del pianeta possa raggiungere livelli
pericolosi. Tutti devono fare la loro parte: i paesi sviluppati, inclusi gli Stati Uniti, e i paesi in via di sviluppo, anche se per questi ultimi non sono stati fissati obiettivi quantificati
per le emissioni.

Nel corso della conferenza non sono mancate importanti decisioni su altre questioni, come la deforestazione, il trasferimento di tecnologia ai paesi in via di sviluppo e l’erogazione di fondi
ai paesi poveri per aiutarli ad adeguarsi ai cambiamenti climatici.

Leggi Anche
Scrivi un commento