Aspettativa chiesta per le elezioni: riconoscimento della misura della pensione, e delle prestazioni di malattia

D: Volevo sapere se il rapporto di lavoro rimane sospeso a tutti gli effetti, anche agli effetti dell’anzianità, in caso di aspettativa per l’elezione dei candidati a senatore,
deputato, consigliere regionale, comunale e provinciale, sindaco, assessore comunale o provinciale o presidente regionale ovvero chiamato a cariche sindacali, provinciali o nazionali,
può richiedere di essere messo in aspettativa non retribuita per tutta la durata del mandato. Volevo anche sapere se il periodo di aspettativa in questione è considerato utile ai
fini del riconoscimento del diritto e della determinazione della misura della pensione, nonché ai fini del diritto alle prestazioni di malattia a carico degli enti preposti.

R: L’istituto della aspettativa prevede che il rapporto di lavoro rimane sospeso a tutti gli effetti, anche agli effetti dell’anzianità. In caso di silenzio del contratto collettivo
è da ritenere legittimo un patto simile convenuto fra le due parti. Il lavoratore eletto senatore, deputato, consigliere regionale, comunale e provinciale, sindaco, assessore comunale o
provinciale o presidente regionale ovvero chiamato a cariche sindacali, provinciali o nazionali, può richiedere di essere messo in aspettativa non retribuita per tutta la durata del
mandato (art. 31, legge n. 300/1970); tale periodo di aspettativa – salvo che il lavoratore non abbia titolo ad altre forme previdenziali di pensione e di malattia per l’attività
espletata durante detto periodo – è considerato utile ai fini del riconoscimento del diritto e della determinazione della misura della pensione a carico della assicurazione generale
obbligatoria o degli enti, fondi, casse e gestioni sostitutive o esoneratrici della predetta assicurazione, nonché ai fini del diritto alle prestazioni di malattia a carico degli enti
preposti all’erogazione delle relative prestazioni. Tali periodi di aspettativa non devono essere considerati utili come anzianità agli effetti dei diversi istituti contrattuali, salvo
espressione diversa delle norme collettive.

Leggi Anche
Scrivi un commento