Animali, la mania del biologico contagia cani e gatti

Animali, la mania del biologico contagia cani e gatti

Aumentano i proprietari di cani e gatti che preferiscono alimentare il proprio cane o gatto con cibi biologici, olistici, o addirittura vegetariani. La passione per il naturale, infatti,
contagia sempre più persone e non risparmia nemmeno il mondo dei pet.

L’inchiesta del mensile “Quattro Zampe”, diretto da Enrico e Giovanni Morelli (www.qzlife.it), da questa settimana in edicola, approfondisce e mette a confronto le principali caratteristiche
nutrizionali e gli ingredienti utilizzati per i mangimi tradizionali e quelli naturali.

Quest’ultimi caratterizzati dall’assenza di additivi, dall’uso di conservanti naturali, come olio di rosmarino, e dall’utilizzo di carni e ingredienti provenienti da allevamenti certificati,
senza ogm.

Molto diffuso è anche il ricorso a terapie alternative alla medicina tradizionale, con buoni risultati. Dai Fiori di Bach all’agopuntura, dalla floriterapia, dagli olii essenziali
all’omeopatia. Quest’ultima approfondita con cinque eccezionali testimonianze, come quella sul cane Bred, incrocio tra un Labrador e un Maremmano, che grazie alla cura del veterinario unicista
Mauro Dodesini, di Bergamo, in soli due mesi è tornato a camminare, malgrado la rottura ai legamenti crociati del ginocchio. Una guarigione ottenuta senza operazione, risparmiando
dolore, soldi e stress psicologico, sia del cane che del proprietario. Sorprendente anche la sperimentazione scientifica del veterinario omeopata Luca Pecchia, di Roma, che per due anni e mezzo
ha curato un’intera colonia felina di 19 gatti, a Colli Aniene, con un unico rimedio, duraturo ed efficace anche contro Fiv e Felv. Come spiega Dodesini, che tra l’altro risponde alle domande
dei lettori di Quattro Zampe attraverso il portale http://www.qzlife.it, “con l’omeopatia si cura di tutto, problemi ossei di crescita del cucciolo, displasia dell’anca, problemi ortopedici,
spondilosi vertebrale, che fa cedere il cane sul posteriore, ad una certa età”. E poi ancora: displasia del gomito, rottura del crociato senza operazione, incontinenza, dermatiti
croniche, epilessia, asma, diarree, zoppie.

Gli amanti dei gatti, inoltre, su Quattro Zampe del mese troveranno un simpatico test che ci aiuta a conoscere meglio le loro straordinarie doti extrasensoriali, grazie agli studi di importanti
ricercatori americani. Molti mici, infatti, sono in grado di capire quando il loro padrone sta telefonando a casa o, addirittura, di prevedere quando è in arrivo un terremoto.

Leggi Anche
Scrivi un commento