Arci Caccia: “Bene la Martini sui bocconi avvelenati”

 

“Vivo apprezzamento dell’Arci Caccia per l’ordinanza ministeriale che vieta l’utilizzo e la detenzione di esche avvelenate”: questi i contenuti di una
lettera inviata dal presidente nazionale dell’associazione Osvaldo Veneziano a Francesca Martini, sottosegretario al Welfare.

“L’Arcicaccia – continua la missiva – condivide le preoccupazioni che hanno ispirato l’ordinanza per contrastare i pericoli che derivano alla salute
dell’uomo, degli animali e all’ambiente per la presenza, nelle città e nelle campagne, di bocconi ed esche contenenti veleni. Non esiste alcuna giustificazione verso
chi fa ricorso a queste barbare usanze che non ci appartengono e che travalicano una corretta e scientifica gestione faunistica: non sono i cacciatori italiani ad averle chieste ma una
politica talvolta troppo interessata a marginali logiche corporative”.

“L’iniziativa del Ministero del Welfare – continua Osvaldo Veneziano – rafforza quella cultura ambientalista positiva promossa con la collaborazione diretta dei
cittadini. Per questi motivi siamo pronti a collaborare attivamente chiedendo di partecipare al tavolo di coordinamento predisposto dall’ordinanza e mettendo a disposizione le
nostre Guardie volontarie venatorie”.

Leggi Anche
Scrivi un commento