Alla cittadella del Vino Condè si celebra il matrimonio tra il sangiovese e i cibi del territorio 14 dicembre appuntamento con i sommelier Ais

Alla cittadella del Vino Condè si celebra il matrimonio tra il sangiovese e i cibi del territorio 14 dicembre appuntamento con i sommelier Ais

Per scoprire tutti i segreti del nettare di Bacco e come degustarlo al meglio, Condè, Azienda Vitivinicola di Predappio, propone un accattivante viaggio nell’italico mondo del sangiovese
di romagnae dei prodotti tipici. L’appuntamento è per Martedì 14, alle 20.30, presso l’Osteria Wine-Bar della Cittadella del Vino, in collaborazione con i sommelier Ais che
illustreranno anche le caratteristiche del sangiovese, vitigno autoctono.

La serata degustazione apre con una selezione di affettati misti della zona accompagnati da Condé Capsula Nera D.O.C(uvaggio: 90% Sangiovese, 10% Merlot), un rosso aromatico e intenso,
capace di coniugare la ricca struttura tannica con una beva fresca ed elegante, qui si assemblano le parcelle più floreali e ricche di aromi primari, che rendono questo vino versatile e
di estrema godibilità.

Il passaggio ai gusti più forti è segnato da lasagne classiche e un Condé Capsula Rossa Superiore(completato da un 10% di Merlot), vino longevo dal colore rubino profondo e
capace di grandi evoluzioni in bottiglia. E ancora, il brasato al Sangiovese Condé e formaggio di fossa accostato al Condé Capsula Blu Riserva, selezionato dai migliori “cru”
(100% Sangiovese), perfetto interprete del terroir romagnolo, dal colore rubino intenso dai riflessi violecei, tendente al granato con l’invecchiamento. Si chiude con pere volpine al sangiovese
e castagne, da leccarsi i baffi.

Una serata ideale per concedersi una piccola pausa, fuori dalla frenesia di città, per carpire l’odore della terra e tuffare il pensiero nel colore del vino (il tutto a soli 20 euro).
Uno spazio intimo, pacato, all’interno del quale ogni complemento ed oggetto trova la giusta collocazione in un insieme compiuto, come ad esempio le tovagliette di carta che riportano le
storiche frasi legate al mondo del vino, le tovaglie stampate a ruggine tipiche dell’artigianato locale, le ceramiche di Faenza.

La cittadella del vino che comprende un Ristorante e un’Osteria Wine-Bar (i colori predominanti sono le essenze di legni pregiati, le tonalità dell’ocra e del brunito) rimane aperta
anche a Natale, Santo Stefano e la notte di San Silvestro, proponendo un menù speciale che si affianca a quello alla carta.

Dallo scrigno con brie fondente al tartufo, ai cappelletti in brodo di cappone, passando per un Rotolino di coniglio alle olive nere, fino alle Cappelline di porcini grigliati con crema di
patate allo zafferano, sono solo alcuni delle pietanze che si potranno assaggiare. (€ 50.00 con acqua e caffè, vino escluso)

E perché non omaggiare amici, colleghi, parenti di un dono prezioso e pregiato come l’Eccellenza del Sangiovese Condé? A Natale, oltre alle classiche ed eleganti confezioni a
cofanetto in cartone, disponibile la versione in legno pregiato, in perfetto tema natalizio, e di diversa capienza: per 3, 6 o 12 bottiglie. I vini si possono acquistare direttamente presso il
Negozio (dove si trovano anche libri a tema, perfetti per gli appassionati sommelier ma anche per chi si avvicina al nettare di Bacco per la prima volta) oppure possono essere consegnati a
domiciliocon una semplice telefonata 0543 940860 e 051 238343 o sul sito www.conde.it.

Leggi Anche
Scrivi un commento