Umberto Cesari: “Prevediamo un’ottima qualità delle uve”

Umberto Cesari: “Prevediamo un’ottima qualità delle uve”

Castel San Pietro, 6 agosto 2010 –“Prevediamo un’ottima qualità delle uve”. E’ così che Umberto Cesari, a capo dell’omonima azienda vinicola dell’Emilia
Romagna tra i leader del Sangiovese, commenta e annuncia l’esito della prossima vendemmia.

Una previsione naturalmente ancora approssimativa, in quanto gli ultimi 15/30 giorni saranno determinanti dal punto vista climatico. E’ sempre il clima tra l’altro che, con l’alternanza di
piogge e freddo, sta comportando un ritardo nella maturazione delle uve nei poderi di Castel San Pietro.“Prevediamo un inizio un po’ ritardato della vendemmia di circa 10 giorni –
commenta Umberto Cesari– si ritorna un po’ al passato a quando le vendemmie iniziavano i primi di settembre, cosa che non è più accaduta dal 2003, dove le vendemmie sono state
sempre anticipate per il caldo.”

Proprio gli ultimi giorni di pioggia, circa 35/40 mm, e il raffrescamento dell’aria fino a 16 gradi e l’escursione termica tra il giorno e la notte, porteranno, secondo Umberto Cesari, a una
maturazione lenta ma perfetta su tutti i tipi di piante.

E più nel dettaglio continua:“In particolare per i vini bianchi, come ad esempio il nostro Moma Bianco, queste condizioni atmosferiche aiutano moltissimo i
profumi ma contengono le gradazioni che non saranno altissime, questo ci è di grande aiuto per la filosofia produttiva dei vini bianchi che stiamo percorrendo.

Per le uve Sangiovese prevediamo una maturazione lenta ed una conseguente raccolta per fine settembre, permettendo cosi al grappolo di maturare sulla pianta.”

Abbiamo lavorato in questi mesi per preparare il vigneto”, conclude Umberto Cesari.“Non prevediamo grandi interventi sulla pianta per i prossimi giorni, che sono determinanti dal
punto di vista meteorologico. L’unico intervento che faremo è una leggera defogliazione su alcune piante per permettere una migliore irrorazione del sole sul grappolo e una migliore
areazione.”

Redazione NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento